Chiudi

Rimini, Teatro Amintore Galli – Le nozze di Figaro dirette da Riccardo Muti

Condivisioni

Una sorta di seconda inaugurazione. Il Teatro Amintore Galli di Rimini, restituito alla cittadinanza nell’ottobre scorso dopo i bombardamenti che lo distrussero nel 1943, ha visto la presenza in sala del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione del primo appuntamento della 70ª edizione della Sagra Musicale Malatestiana. Un concerto del tutto speciale, non solo per la partecipazione di Mattarella: sul palco c’erano infatti l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini diretta da Riccardo Muti e un bel cast di cantanti, per una serata che ha visto l’esecuzione di una selezione di pagine da Le nozze di Figaro di Mozart.

Esecuzione di altissimo livello per la capacità con la quale il maestro Muti ha saputo dipanare le fila della raffinatissima scrittura orchestrale mozartiana, sottolineandone la straordinaria ricchezza senza per questo sacrificare la tensione narrativa, dando anzi al mosaico costituito da una selezione, il respiro dell’affresco complessivo. Eccellente l’apporto dei giovani della Cherubini, sia sul fronte della morbidezza timbrica che su quello dell’incisività ritmica. Personalità carismatica, Muti ha guidato con grandissima attenzione anche i cantanti che – letteralmente – pendevano dalle sue labbra (o meglio sarebbe dire, dalle sue mani). Tutti hanno cantato con espressione ed estrema attenzione alla parola, nonché con un bel senso del fraseggio e della melodia. Si capisce che dietro c’è stato un lavoro particolarmente accurato svolto nei giorni scorsi, nell’ambito dell’Italian Opera Academy che il direttore pugliese porta avanti da diversi anni a Ravenna, sua città di adozione.

Luca Micheletti è stato un Conte autorevole e carismatico, con una voce ampia e di bel colore scuro. Alessio Arduini ha vestito con vivacità e garbo i panni di Figaro, esibendo una bella morbidezza di emissione e un grande stile. Lo stesso dicasi della Contessa di Serena Gamberoni, la cui bella voce ha guadagnato in ampiezza e rotondità: ha ricamato con estrema sensibilità le sue due stupende arie. Damiana Mizzi è stata una Susanna frizzante e vocalmente adeguata, mentre Paola Gardina vanta un timbro forse un po’ troppo chiaro per Cherubino, anche se l’interprete è encomiabile. Ottimi per voce e piglio il Bartolo di Carlo Lepore e la Marcellina di Isabel de Paoli, così come tutti gli altri interpreti: Matteo Falcier (Basilio), Riccardo Benlodi (Don Curzio), Letizia Bertoldi (Barbarina), Adriano Gramigni (Antonio).
Pubblico entusiasta per l’esecuzione, per Muti e anche per Mattarella. Non sono mancati i discorsi ufficiali, da parte del sindaco di Rimini Andrea Gnassi, del presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e dello stesso Muti che, con la vena di ironia che lo caratterizza, ha ricordato alcuni temi a lui cari. Che si possono riassumere in uno slogan: più cultura.

Teatro Galli – Sagra Musicale Malatestiana 2019
Wolfgang Amadeus Mozart
LE NOZZE DI FIGARO
Selezione di brani dall’opera in forma di concerto

Il Conte di Almaviva Luca Micheletti
La Contessa Rosina Serena Gamberoni
Figaro Alessio Arduini
Susanna Damiana Mizzi
Barbarina Letizia Bertoldi
Cherubino Paola Gardina
Bartolo Carlo Lepore
Marcellina Isabel de Paoli
Don Basilio Matteo Falcier
Don Curzio Riccardo Benlodi
Antonio (giardiniere) Adriano Gramigni

Orchestra Giovanile Luigi Cherubini
Direttore Riccardo Muti
in collaborazione con Riccardo Muti Italian Opera Academy
Rimini, 3 agosto 2019

Download PDF
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino