Chiudi

L’Orfeo – Les Arts Florissants, Paul Agnew (Harmonia Mundi DVD – Blu-ray)

Condivisioni

È sorprendente, o forse no, conoscendone le precedenti prove, constatare come Les Arts Florissants, diretti da Paul Agnew, abbiano trovato il perfetto equilibrio fra rigore filologico e la necessità di rendere una partitura – e pertanto il suono di un’orchestra e la tecnica di canto – come quella de L’Orfeo di Monteverdi, coinvolgente e rispondente alla sensibilità del composito pubblico contemporaneo, fatto non esclusivamente di specialisti e naturalmente abituato più al linguaggio e alla sintassi musicali per come si sono evoluti in epoca romantica che a quelli antichi. E va reso merito anche ad Harmonia Mundi che ha ben pensato di pubblicare in un DVD e Blu-ray, la registrazione dell’esecuzione andata in scena il 28 febbraio 2017 al Teatro di Caen.

Per la parte scenica Paul Agnew, qui in veste anche di regista oltre che di interprete nel doppio ruolo di Apollo ed Eco, si è ispirato alle rappresentazioni secentesche del mondo classico, realizzando con l’aiuto di Alain Blanchot per i costumi e l’assistenza di Rita de Letteriis, una scena fissa costituita da cinque massi rupestri fra i quali si muovono i pastori e, nei due atti ambientati negli inferi, gli dei e le anime dei defunti. Molto belle le luci di Christophe Naillet, che nulla perdono del loro fascino, ma vengono anzi esaltate nella ripresa video, specie nell’atto terzo quando, dalla visione iconografica del secolo di Monteverdi, veniamo precipitati nell’antichità più autentica e prossima alle origini del mito di Orfeo, con i profili del coro i cui componenti, a coppie, si stagliano neri sul fondale rosso, quasi un’evocazione dell’Anfora panatenaica attica a figure nere di Kleofrade o delle belle simmetrie dell’Anfora di Exekias con Aiace ed Achille che giocano. La recitazione degli interpreti è molto curata tanto nei minimi gesti delle mani che nelle scene corali, sobria eppure partecipe. La soluzione di collocare gli strumenti ai margini della scena, pur rispondendo a una precisa scelta filologica – L’Orfeo fu allestito in un salone del Palazzo di Mantova di dimensioni ridotte rispetto ai moderni teatri – appare al tempo stesso una precisa scelta di regia adottata per conferire alla musica quel ruolo protagonistico che ha non solo nel melodramma, ma nello stesso mito di Orfeo.

Dal punto di vista musicale non si può che restare ammirati dal livello dell’esecuzione, al punto che possiamo ritenere questo Orfeo uno splendido esempio di cosa debba intendersi per recitar cantando. Il connubio fra testo e musica, cosi stretto in Monteverdi, è reso in maniera ineccepibile da tutti gli interpreti e dai musicisti: la parola si fa musica, il significante suono e il significato armonia. Cyril Auvity è un Orfeo superbo per canto e recitazione, umanissimo, vinto dal suo amore per Euridice prima, dal dolore della sua morte, e dal dubbio che perderà entrambi poi. Fraseggia in maniera naturale, rispettosa tanto delle esigenze del recitar che di quelle del cantando e domina il terzo atto nel quale trova una varietà di accenti e colori che gli consente di rendere vivo il quadro di affetti provati dal personaggio. Gli è accanto nel duplice ruolo di Euridice e della Musica, Hannah Morrison. Voce chiara, come i colleghi evita i suoni fissi e ritrae una figura di sposa esile, che anche nella sua dimensione terrena preannuncia quella eterea a cui è destinata. Miriam Allan ha timbro dolce e pastoso con cui disegna una Proserpina seducente, alle cui preghiere il Plutone austero e nobile di Antonio Abete non sa opporsi. Come tutti gli altri ottimi interpreti, per i quali rimandiamo alla locandina, oltre a comporre essi stessi il Coro, sono impiegati in duplici o triplici ruoli, assicurando pertanto un livello esecutivo omogeneo e traducendo, insieme agli strumentisti, in un’esperienza concreta l’idea espressa dal termine ensemble, di cui la ripresa audio e video permettono di godere appieno.

Claudio Monteverdi
L’ORFEO

Orfeo Cyril Auvity
Euridice/La Musica Hannah Morrison
Apollo/Eco Paul Agnew
Proserpina/Ninfa Miriam Allan
Messaggiera/Speranza Lea Desandre
Spirito infernale/Pastore Carlo Vistoli
Pastore Sean Clayton
Spirito infernale/Pastore Zachary Wilder
Pultone/Spirito infernale/Pastore Antonio Abete
Caronte/Spirito infernale Cyril Costanzo

Les Arts Florissants
Direttore Paul Agnew
Etichetta Harmonia Mundi
Formato: DVD + Blu-Ray
N. supporti: 1+1
Codice catalogo: HMD980906263

Download PDF
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino