Chiudi

Vicenza, Concorso Tullio Serafin: assegnati i ruoli per La Cenerentola di Rossini all’Olimpico

Condivisioni

Martedì 11 giugno al Teatro Olimpico di Vicenza si è tenuto il concerto finale del Concorso Lirico Tullio Serafin 2024 che ha assegnato i ruoli nell’opera La Cenerentola di Gioachino Rossini in cartellone al Festival Vicenza in Lirica dall’1 al 15 settembre. La competizione, rivolta ai giovani cantanti lirici under 34, prevedeva una fase eliminatoria che si è svolta dall’8 aprile al 29 aprile ed è stata ospitata dai teatri che collaborano con Concetto Armonico e l’Archivio storico Tullio Serafin, e la fase finale presso il teatro palladiano di Vicenza. Il Concorso rende omaggio al grande direttore d’orchestra Tullio Serafin nato a Rottanova di Cavarzere e ha ricevuto l’ospitalità del Teatro dell’Opera di Roma, Teatro alla Scala di Milano, Teatro Carlo Felice di Genova e Staatsoper Unter den Linden di Berlino.

La giuria nella fase finale del Concorso è stata presieduta da uno dei più grandi tenori rossiniani, Ernesto Palacio, sovrintendete del Rossini Opera Festival di Pesaro che, insieme a Daniele Borniquez (Teatro alla Scala di Milano), Carlo Donadio (Teatro dell’Opera di Roma), a Barbara Frittoli (soprano), a Renata Lamanda (mezzosoprano), ad Alessandro Vitiello (direttore d’orchestra) e Andrea Castello presidente dell’Archivio storico Tullio Serafin e direttore artistico di Vicenza in Lirica, ha decretato i vincitori dei ruoli nell’opera La Cenerentola: Luis Magallanes per il ruolo di Don Ramiro, Eugenio Maria Degiacomi per Don Magnifico, Floriana Cicio nel ruolo di Clorinda, Caterina Dellaere nel ruolo di Tisbe, Tamar Ugrekhlidze nel ruolo della protagonista Cenerentola e Huigang Liu nel ruolo di Alidoro.

La giuria della critica era composta da Silvia Campana, Maria Teresa Giovagnoli, Eva Purelli, Federica Fanizza, Alessandro Cammarano e Davide Cornacchione e ha attribuito il “Premio della critica – Lukas Franceschini” a Magallanes Luis. Rottanova, paese natale di Tullio Serafin, era rappresentata dall’Università Popolare di Cavarzere che, come di consueto, ha onorato il grande Maestro con una borsa di studio assegnata a Magdalena Urbanowicz. Il “Premio del pubblico – Francesco Pacchiega” consistente in una borsa di studio donata dalla signora Valeri Rubini è stato vinto da Louis Magallanes. La borsa di studio “Marinella Meli” offerta dal mezzosoprano Renata Lamanda è stata concessa a Elisabetta Ricci. Il premio “Ariadimusica” offerto dall’omonima associazione romana è stato assegnato a Elisabetta Ricci e Silvia Porcellini. Il premio della “Camerata Musicale Città di Arco” offerto da Federica Fanizza è stato conferito a Caterina Dellaere.

Il Concorso lirico Tullio Serafin si annovera ancora tra quelli con il compito di formare e far debuttare i giovani cantanti lirici under 34 che, grazie al Festival Vicenza in Lirica, hanno la possibilità di esibirsi al Teatro Olimpico e di farsi conoscere in molti teatri nazionali e internazionali. “Sono fiero nel portare il nome di Serafin in altri Paesi del mondo e, con lui, porto la sua e la mia Rottanova oltre che la Città di Vicenza con il Teatro Olimpico. Sicuramente manca ancora l’interesse di coloro che a parole sostengono Serafin, ma che a fatti tardano nel mettere da parte l’orgoglio e creare una collaborazione sana e costruttiva nel nome del direttore Veneto di fama mondiale. Non dispero, ma persevero nella professionalità che garantisce alla cultura ed alla musica un posto sicura di qualità” afferma Andrea Castello.
Appuntamento il 14 e 15 settembre al Teatro Olimpico di Vicenza con una nuova produzione de La Cenerentola con la regia di Bepi Morassi, l’Orchestra dei Colli Morenici, scene e costumi dell’Accademia di Belle Arti di Venezia. L’intero programma del Festival su www.vicenzainlirica.it – Info e prenotazioni: 3496209712 – biglietteria@vicenzainlirica.it

Photo: Edoardo Scremin

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino