Chiudi

Milano, Maria Pia Piscitelli sostituisce Marina Rebeka nella “Médée” alla Scala

Condivisioni

Il Teatro alla Scala di Milano comunica che per motivi di salute Marina Rebeka non potrà sostenere la parte di Médée nella rappresentazione di domani, sabato 20 gennaio. Il ruolo sarà interpretato dal soprano Maria Pia Piscitelli.

Maria Pia Piscitelli
Ha iniziato una brillante carriera debuttando: La Calisto di Cavalli al Teatro Olimpico di Vicenza (incisa in cd); Il matrimonio segreto al Ravenna Festival; Una cosa rara di Martin y Soler alla Konzerthaus di Vienna; Don Giovanni (Donna Elvira) alla San Francisco Opera, alla Staatsoper di Amburgo e alla Fenice di Venezia; Le nozze di Figaro (Contessa) a Palermo, Klagenfurt e Beijing; La clemenza di Tito (Vitellia) a Klagenfurt ed a Graz; Medea di Cherubini a Catania; Semiramide di Rossini a Napoli; Beatrice di Tenda al Teatro alla Scala; Roberto Devereux a Santiago, Barcelona, Pamplona, Lyon, al Théâtre des Champs-Elysées di Parigi ed al Real di Madrid; Lucrezia Borgia alla Scala di Milano; Maria Stuarda (Maria ed Elisabetta) a Macerata, Montecarlo, Wiesbaden, alla Staatsoper di Berlino, alla Scala di Milano, a Catania e Venezia; Anna Bolena al Liceu di Barcellona; Simon Boccanegra al Colon di Buenos Aires ed a Cagliari; Don Carlo al Colon di Buenos Aires, Santiago del Cile, Amsterdam; Il trovatore al Petruzzelli di Bari, Barcellona, Lima; Un ballo in maschera a Buenos Aires; La forza del destino a Buenos Aires e Barcellona; Aidaa Lima e Cagliari; Macbeth a Bratislava; Turandot (Liù) a Bari; La bohème (Mimì) a Malaga; Tosca a Montevideo, Modena, Ferrara, Piacenza; Guglielmo Ratcliff di Mascagni a Livorno, Lucca, Mantova; Falstaff (Alice) alla Deutsche Oper Berlin; Andrea Chénier al Colon di Buones Aires; Norma all’Opera di Roma, al Colon di Buenos Aires, alla Palm Beach Opera, al Comunale di Bologna, al Municipal di Santiago del Cile, al Teatro de la Plata, al Teatro Principal di Mallorca, all’Opera de Vichy, all’Opera de Massy, al Vittorio Emanuele di Messina, all’Opera di San Paolo del Brasile ed alla Wiener Staatsoper; Caterina Cornaro al Festival di Montpellier – Radio France; Macbeth a Wroclaw, Dresda e Varsavia; Pagliacci a Cagliari; Le nozze di Figaro (Contessa) alla Deutsche Oper Berlin; Don Carlo (Elisabetta) alla Staatsoper di Vienna; La vedova allegra al San Carlo di Napoli; Manon Lescaut al Petruzzelli di Bari.

Ha collaborato con importanti direttori d’orchestra, fra cui: Abel, Allemandi, Armiliato, Arrivabeni, Benini, Callegari, Campanella, Carminati, Fasolis, Ferro, Fogliani, Frizza, Gatti, Gelmetti, Guadagno, Guidarini, Haider, Jia, Manacorda, Oren, Palumbo, Pidò, Ranzani, Savall, Soudant, Yurkevych, Zedda, e con registi quali: Crivelli, De Ana, Deflo, Fo, Hampe, Kokkos, Krief, Michieletto, Miller, Moshinsky, Pier’Alli, Pizzi, Puggelli, Ronconi, Tiezzi, Zeffirelli.

Il suo repertorio concertistico comprende: Maddalena di Prokof’ev (Accademia di Santa Cecilia, Roma); Petite Messe solennelle e Cantate per i Borboni (Rossini Opera Festival, Pesaro); Messa in Do maggiore D. 452 di Schubert (Filarmonico di Verona); Vier letzte Lieder di Strauss e Quarta Sinfonia di Mahler (Fondazione Toscanini di Parma); Nona Sinfonia di Beethoven (Cosenza – con incisione cd – e Taormina con l’Orchestra Sinfonica Siciliana); Lobgesang di Mendelssohn (Lirico di Cagliari); Messa da Requiem di Verdi (Colón di Buenos Aires).

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino