Chiudi

Milano, Elīna Garanča torna in recital al Teatro alla Scala

Condivisioni

Lunedì 11 marzo (ore 20) torna in recital al Teatro alla Scala il mezzosoprano lettone Elīna Garanča, che il pubblico del Piermarini ha applaudito, oltre che in importanti concerti, come  protagonista di Carmen e come Principessa d’Eboli nel recente Don Carlo. Sarà di nuovo in scena alla Scala in aprile nella parte di Santuzza in Cavalleria rusticana, nella ripresa dello spettacolo con la regia di Mario Martone sotto la direzione di Giampaolo Bisanti. In questo recital, accompagnata al pianoforte da Malcolm Martineau, propone un repertorio che abbraccia il secondo Ottocento e il primo Novecento, con brani di autori tedeschi, francesi, spagnoli e lettoni: Brahms, Berlioz, Dārziņš, Vītols, Gounod, Mediņš, Duparc, Rachmaninov, Albeniz, Chapí (qui il programma in dettaglio).

Nata a Riga in una famiglia di musicisti, Elīna Garanča ha studiato con la madre all’Accademia musicale della Lettonia e ha iniziato la sua carriera nell’ensemble del Südthüringischer Staatstheater, prima di passare a quello dell’Opera di Francoforte. Il suo cavallo di battaglia è Carmen, che ha cantato oltre che alla Scala, alla Royal Opera House Covent Garden di Londra, alla Staatsoper di Vienna, alla Bayerische Staatsoper di Monaco e al Palau de les Arts Reina Sofía di Valencia. La produzione che l’ha vista protagonista al Metropolitan è stata trasmessa in oltre mille cinema in tutto il mondo ed è una delle opere più viste e di maggior successo della serie “Live in HD”.
Nella Stagione 2023-2024 è impegnata come Amneris nell’Aida alla Deutsche Staatsoper di Berlino, Kundry nel Parsifal alla Staatsoper di Vienna e Judith nel Castello del duca Barbablù di Bartók al Teatro di San Carlo di Napoli, che interpreterà anche alla Carnegie Hall con l’orchestra del Metropolitan; inoltre sarà solista nel Requiem di Verdi a Roma con Antonio Pappano. Nella stagione scorsa ha debuttato come Amneris a Vienna e poi a Londra e come Kundry al Festival di Bayreuth.
Recentemente è stata Dalila in Samson et Dalila, Carmen, Kundry e la Principessa di Bouillon nell’Adriana Lecouvreur alla Staatsoper di Vienna; Eboli all’Opéra di Parigi, Santuzza all’Opera di Zurigo e Octavian in una nuova produzione del Rosenkavalier al Metropolitan, che è stata trasmessa nei cinema di tutto il mondo; inoltre è tornata al Covent Garden come Dalila in una nuova produzione dell’opera di Saint-Saëns firmata da Richard Jones. Le sue ultime esibizioni concertistiche comprendono i Rückert-Lieder di Mahler con la Chicago Symphony Orchestra diretta da Riccardo Muti, il Sommernachtskonzert 2023 nei giardini del Castello di Schönbrunn con i Wiener Philharmoniker diretti da Yannick Nézet-Séguin e l’Europakonzert dei Berliner Philharmoniker a sostegno dell’Ucraina, diretto da Kirill Petrenko e trasmesso in mondovisione dalla Great Amber Concert Hall di Liepāja, in Lettonia.
Vanta un’ampia e premiata discografia iniziata nel 2007 con il suo primo disco da solista, Aria Cantilena; i suoi album Romantique e Meditation hanno vinto entrambi un ECHO Klassik. Il suo primo album non classico, Sol y Vida, è stato pubblicato nel 2019 ed è stato unanimemente lodato dalla critica. Il suo primo recital, registrato con il pianista Malcolm Martineau nel 2020, esplora una selezione di Lieder di Brahms, insieme al ciclo Frauenliebe und -Leben di Schumann. Nel suo ultimo CD, Live from Salzburg, registrato ai Festival di Salisburgo del 2020 e 2021, interpreta i Wesendonck-Lieder di Wagner e i Rückert-Lieder di Mahler con i Wiener Philharmoniker diretti da Christian Thielemann. Recentemente ha inciso Sea Pictures di Elgar con Daniel Barenboim e la Staatskapelle Berlin.
Ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti; vincitrice nel 1999 del Concorso internazionale di canto Mirjam Helin, è stata nominata “Singer of the Year” all’Opus Klassik 2020 per Sol y Vida, “Vocalist of the Year” 2010 dalla rivista “Musical America” e MIDEM “Singer of the Year” 2007. Nel maggio 2013 la Staatsoper di Vienna l’ha insignita del titolo di “Kammersängerin” a riconoscimento della sua dedizione al Teatro.

Ulteriori informazioni: www.teatroallascala.org

Photo: Sarah Katharina

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino