Chiudi

Manon Lescaut e Tosca: due nuove eroine pucciniane per Erika Grimaldi

Condivisioni

Doppio evento per Erika Grimaldi, che il 26 gennaio inaugura la stagione 2024 del Teatro Comunale di Bologna aggiungendo al proprio repertorio il ruolo eponimo della Manon Lescaut pucciniana. Non passa nemmeno un mese e già il soprano piemontese indossa per la prima volta i panni della diva romana Floria Tosca per l’inaugurazione della stagione dell’Ópera de las Palmas il 20 febbraio.

“Cominciare l’anno pucciniano 2024 con due dei ruoli più emblematici del compositore e dell’intero repertorio operistico è una grandissima gioia e soddisfazione”, afferma Erika Grimaldi. “Sono due ruoli meravigliosi, complessi e ricchi, caratterizzati da mille sfaccettature. Ho tanto desiderato cantare questi personaggi e ora che è arrivato il momento non mi sembra vero. Vocalmente credo che a questo punto della mia carriera sia Manon sia Tosca mi si adattino piuttosto bene, e quindi non sto letteralmente nella pelle!”

Manon Lescaut al Teatro Comunale di Bologna sarà un nuovo allestimento di Leo Muscato, con Luciano Ganci nel ruolo di Renato Des Grieux, Claudio Sgura in quelli di Lescaut e Giacomo Prestia in quelli di Geronte di Ravoir. Le due repliche si terranno il 28 e 30 gennaio.

La nuova produzione di Tosca a Las Palmas, con repliche il 22 e 24 febbraio, è firmata da Daniele Piscopo e diretta da Ramón Tebar. Piotr Beczala (Cavaradossi) e George Gagnidze (Scarpia) canteranno gli altri ruoli principali.

Il resto della stagione di Erika Grimaldi prevede ruoli che in passato le hanno offerto grandi soddisfazioni artistiche, quali Desdemona in Otello con la National Symphony Orchestra diretta da Gianandrea Noseda al Kennedy Center di Washington DC, lo Stabat Mater di Rossini al Teatro Filarmonico di Verona, e il Requiem di Mozart a Granada, mentre per gli inizi della stagione successiva già si profila un debutto di altio profilo, Amelia in un nuovo allestimento di Un ballo in maschera all’Opera di Zurigo.

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino