Da Čajkovskij a Stravinskij: su Rai5 una settimana con la grande danza

In occasione della Giornata Internazionale della Danza, Rai Cultura dedica all’arte del movimento e della grazia lo spazio in onda da lunedì 29 aprile a venerdì 3 maggio alle ore 10.00 su Rai 5. Lunedì 29 aprile va in onda, dal Teatro degli Arcimboldi Il lago dei cigni di Čajkovskij con la direzione musicale di David Garforth. Sul palco due star della danza internazionale: Roberto Bolle e Svetlana Zakharova. A seguire, dalla storica trasmissione Teatro 10, andata in onda nel marzo del 1972, Carla Fracci e Vladimir Vasiliev danzano sulle note del balletto Giselle di Adolphe-Charles Adam.
Martedì 30 aprile, in occasione della Giornata Mondiale del jazz e dei 125 anni dalla nascita di Duke Ellington (29 aprile 1899) si prosegue, dal Palafenice di Venezia, con Dee Dee Bridgewater e New York Harlem Productions in Duke Ellington’s Sophisticated Ladies, ideato da Donald McKayle su musiche di Duke Ellington. A seguire, Giorgio Albertazzi presenta il balletto ispirato alla favola Cappuccetto rosso (su musiche di Ellington-Strayhorn, Grouya e Tizol), ripreso al Teatro Romano di Spoleto in occasione del XXII Festival dei Due Mondi. Chiude la mattina Vittoria Ottolenghi con una puntata di Maratona di danza dedicata a Mudra, scuola di arti sceniche fondata da Murice Béjart.

Mercoledì 1° maggio è la volta di L’altra metà del cielo: tredici tra i più celebri brani di Vasco Rossi rivivono attraverso le coreografie di Martha Clarke, con raccordi sinfonici curati da Celso Valli, in un balletto dedicato all’universo femminile. A seguire, dal Teatro Malibran di Venezia, Underwood, balletto eseguito dalla Compagnia Teatrodanza del Teatro La Fenice di Venezia con la coreografia di Carolyn Carlson e Larrio Ekson. Giovedì 2 maggio si prosegue, dal Teatro dell’Opera di Roma, con Carmen, balletto in due atti con la coreografia di Jiří Bubeníček ispirata alla novella di Prosper Mérimée. A seguire, dal Teatro Tenda Bussoladomani di Lido di Camaiore, le avventure tragicomiche di Don Chisciotte, l’eroe di Cervantes, rivissute nella musica del compositore austriaco Ludwig Minkus. Venerdì 3 maggio conclude la settimana, dal Teatro San Carlo uno spettacolo di arte totale: la versione coreografica dei Carmina Burana di Orff. L’allestimento è firmato dal coreografo Shen Wei. A seguire, dal Teatro Comunale di Bologna, La bottega fantastica, balletto in tre atti di Ottorino Respighi che compose le musiche traendo spunto da brani per pianoforte di Gioachino Rossini. In chiusura della mattina, La storia del soldato di Stravinskij messa in scena da Carlo Quartucci con il suo gruppo del “Camion” in uno spazio teatrale insolito, l’Arancera di San Sisto Vecchi.