Chiudi

Assegnato a Raina Kabaivanska il Premio Città di Varese 2024

Condivisioni

Domenica 28 aprile, Raina Kabaivanska sarà a Varese per ricevere il “Premio Città di Varese 2024”. Nel Salone Estense, alle ore 15,30, avrà luogo un concerto pucciniano tenuto da due allievi della grande cantante: il soprano Iolanda Massimo e il tenore Giuseppe Infantino, accompagnati al pianoforte da Marco Cadario.

Il programma, scelto da Kabaivanska, accosta rare composizioni da camera ai brani lirici più celebri del compositore lucchese, di cui quest’anno ricorre il centenario della scomparsa. Fra le pagine previste, arie e duetti da Bohème, Gianni Schicchi, Madama Butterfly e, ovviamente, Tosca, l’opera che ha più caratterizzato il percorso artistico della premiata. Durante il concerto il sindaco di Varese, Davide Galimberti, consegnerà il premio all’ospite, che avrà modo di raccontare al pubblico aneddoti e curiosità sulla sua straordinaria carriera.

Saranno presenti autorità cittadine e Ana Paskaleva, console generale della Repubblica di Bulgaria a Milano, che istituzionalizzerà da un punto di vista internazionale l’omaggio al soprano di origine bulgara. Il governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana, noto appassionato di opera, ha scritto un messaggio in cui, congratulandosi con il Comune e con gli Amici della lirica per l’iniziativa, definisce Kabaivanska “Una voce capace di ispirare e affascinare intere generazioni di appassionati in tutto il mondo, una presenza scenica di grazia e talento senza tempo”.

Il Premio Città di Varese, istituito nel 1981 dagli Amici della Lirica, che hanno esordito conferendolo a Renata Tebaldi e a Mario Del Monaco, da oltre quarant’anni ha portato nel capoluogo di provincia lombardo i grandi nomi dell’Opera e, con Raina Kabaivanska, potrà annoverare nel suo albo d’oro una delle più grandi cantanti della storia del teatro.

Ingresso 20 euro, per i soci Amici della Lirica e Unitre 10 euro, gratuito per i giovani fino a 20 anni.

Ulteriori informazioni: www.liricavarese.it

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino