Chiudi

Addio al grande contralto Ewa Podleś. Aveva 71 anni

Condivisioni

Si è spento ieri, 19 gennaio, il grande contralto Ewa Podleś. Nata a Varsavia il 26 aprile 1952, era considerata una delle maggiori virtuose attive tra il XX e il XXI secolo. Dotata di notevole estensione e di un timbro scuro, pastoso, autenticamente contraltile, e versata nel canto di agilità, era una grande interprete del repertorio barocco, Händel soprattutto (Rinaldo, Giulio Cesare in Egitto, Rodelinda), e in particolare dei grandi ruoli seri e buffi di Rossini. Il suo repertorio era comunque vasto e comprendeva le principali parti da mezzosoprano/ contralto (Quickly, Azucena, Ulrica, Eboli, la Cieca) toccando Wagner (Erda) e Richard Strauss (Klytämnestra), fino a comprendere il repertorio russo e le canzoni di Šostakovič.
Nel 2017, dopo una rappresentazione della Fille du régiment al Liceu di Barcellona, Podleś aveva interrotto la carriera teatrale a causa di un intervento ortopedico, dedicandosi all’attività didattica.

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino