Chiudi

Addio a Giovanna Lomazzi, una vita dedicata alla lirica

Condivisioni

Il Teatro Sociale di Como AsLiCo annuncia con grande dispiacere la scomparsa di Giovanna Lomazzi, presente da più di 30 anni nella famiglia AsLiCo e Vicepresidente dal 2000. Donna di grande cultura, appassionata ed entusiasta, ha dedicato la sua vita al mondo dell’opera. Numerosi sono i giovani cantanti lirici che ha sostenuto nell’intraprendere questa difficile carriera. Per anni Presidente di Giuria del Concorso AsLiCo, ha ascoltato innumerevoli voci emergenti che hanno poi spiccato il volo, cantando nei più grandi teatri del mondo. Sempre molto elegante, gentile e allo stesso tempo austera, il suo nome è noto in tutti gli ambienti operistici, che l’hanno vista spesso ospite di concorsi e première in Italia e in Europa.

“Con commozione ripenso alle migliaia di audizioni che abbiamo fatto io e Giovanna, sia durante le 16 edizioni del Concorso AsLiCo in cui siamo stati in Commissione insieme, sia in quelle che periodicamente organizzavamo per la scelta dei cantanti per le produzioni dell’AsLiCo. – racconta Giovanni Vegeto, direttore generale – Sempre attenta, sempre competente, sempre dalla parte del cantante, pronta a trovare un aspetto positivo anche nelle esibizioni meno felici. La sua passione infinita per il canto l’ha sempre portata a sopportare, senza sforzo alcuno, ore e ore di ascolto, anche negli ultimi anni in cui la sua salute iniziava a darle qualche problema. Lei che aveva ascoltato le recite più entusiasmanti dell’età dell’oro dell’opera, gioiva e si commuoveva per un giovane che, arrivato a farsi ascoltare con la valigia piena di speranze e di dubbi, vedeva coronato il suo impegno e il suo talento dall’applauso del pubblico. Mancherai non solo a me, alla mia famiglia e ai nostri colleghi, cara Giovanna, ma anche a tutto il mondo dell’opera.”

“Abbiamo passato tanti anni insieme. – ricorda Barbara Minghetti, ora in viaggio a Los Angeles – Tante produzioni e avventure. Sempre con l’intento di sostenere i giovani artisti, di cui lei è stata madrina con grande entusiasmo.”

Da sempre interessata alla musica classica e in particolar modo al mondo dell’opera lirica, Giovanna Lomazzi aveva collaborato in varie istituzioni musicali con incarichi dirigenziali, uffici stampa e relazioni pubbliche. Aveva studiato pianoforte ed era esperta della vocalità operistica. Ha partecipato come giurata a vari Concorsi di canto sia in Italia che all’estero e tenuto corsi di interpretazione vocale. Dal 1980 ha lavorato inoltre con incarichi dirigenziali, di Ufficio Stampa e Relazioni Pubbliche in vari Festival, tra cui: Festival dei due mondi di Spoleto, Festival Puccini di Torre del Lago, Cantiere di Montepulciano, oltre a diverse presente di minor durata in altre prestigiose istituzioni, tra cui: Sagra Umbra, Festival di Ravello, Teatro Regio di Parma, Teatro dell’Opera di Roma. Dal 2000 era Vice-Presidente del Teatro Sociale di Como-AsLiCo, con la quale organizzava in prima linea il Concorso per Giovani Cantanti Lirici d’Europa. Nel 1953 dopo una recita al Teatro alla Scala, aveva avuto l’occasione di conoscere Maria Callas: inizierà da allora un rapporto di grande amicizia e solidarietà che le consentirà di seguire l’insigne artista ed esserle vicina nelle tappe fondamentali della sua carriera e della sua vita.

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino