Michieletto firma “I racconti di Hoffmann” nel 50° anniversario della Sydney Opera House

Nell’anno delle celebrazioni per il 50° anniversario della Sydney Opera House, Damiano Michieletto firma il nuovo allestimento de Les contes d’Hoffmann  (I racconti di Hoffmann) di Jacques Offenbach. Dopo aver messo in scena Cavalleria rusticana e Pagliacci nel 2017 e Il viaggio a Reims nel 2019, il regista veneto torna a Sydney con una nuova produzione in programma da martedì 11 a sabato 22 luglio al Joan Sutherland Theatre. Il celebre edificio, inaugurato nel 1973 dalla regina Elisabetta II, fu costruito a partire dal 1959 dall’architetto danese Jørn Utzon per poi essere completato quattordici anni dopo da un team di architetti australiani guidati da Peter Hall. Utzon fu l’ideatore della famosa forma a conchiglia e delle vele che coprono l’Opera House, una pietra miliare nell’architettura del Novecento e Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dal 2007.

«Ho pensato ai  Contes d’Hoffmann  come a un viaggio nel tempo – dice il regista  – uno sguardo nelle diverse età della vita del protagonista: il bambino, il ragazzo, il giovane uomo già disilluso, tutte riflesse nelle protagoniste femminili Olympia, Antonia e Giulietta. Stella chiuderà la vicenda distruggendo le illusioni di Hoffmann, un po’ come fosse lei stessa il diavolo. Lui si troverà solo, in compagnia di tutti i simboli del suo passato fantastico, che costituiscono il suo universo poetico».

Lo spettacolo, che avrebbe dovuto debuttare ad agosto 2021 e che fu cancellato a causa del dilagare della pandemia da COVID-19, è coprodotto da Opera Australia, dalla Royal Opera House di Londra, dall’Opera National de Lyon e dal Teatro La Fenice di Venezia. La direzione è affidata a Guillaume Tourniaire che sale sul podio dell’Opera Australia Orchestra. Protagonista Jessica Pratt, che incarna tutte e quattro le donne dell’opera: Olympia, Antonia, Giulietta e Stella. Accanto al soprano australiano sono protagonisti sul palco Iván Ayón Rivas nel ruolo di Hoffmann, Marko Mimica che interpreta le parti dei quattro personaggi malvagi (Coppelius, Dapertutto, Dr. Miracle e Lindorf), Agnes Sarkis come Nicklausse e Sian Sharp come Musa, Jennifer Black nei panni della madre di Antonia e Iain Henderson come Spalanzani. Completano il cast David Parkin, Tomas Dalton, Luke Gabbedy, Adam Player, Richard Anderson e Anthony Mackey.

Accanto a Michieletto, il suo consueto team creativo formato dallo scenografo Paolo Fantin, dalla costumista Carla Teti, dal light designer Alessandro Carletti, cui si affianca Chiara Vecchi per le coreografie.

Fra i prossimi appuntamenti di Damiano Michieletto, Rigoletto che sarà in scena dal 3 al 10 agosto alle Terme di Caracalla all’interno del Caracalla Festival 2023, cartellone estivo del Teatro dell’Opera di Roma.