Chiudi

Torre del Lago, Barbara Frittoli riceve il Premio Puccini 2022

Condivisioni

La Città di Viareggio e la Fondazione Festival Pucciniano in collaborazione con il Comitato Nazionale Celebrazioni Pucciniane celebrano il 22 dicembre l’anniversario della nascita di Giacomo Puccini con il Puccini Day che prevede la consegna del Premio Puccini, un Concerto dell’Orchestra del Festival Puccini e lo speciale EarlyBird per acquistare i biglietti per gli spettacoli del cartellone del Festival Puccini 2023.

Giunto alla sua 52ª edizione, il riconoscimento quest’anno è stato assegnato a Barbara Frittoli, uno dei più importanti soprani italiani. “Puccini mi ha regalato profonde emozioni, è un autore che travolge, per lui ho pianto” sottolinea Frittoli, milanese di nascita, a proposito della musica del compositore lucchese, che l’ha vista interprete acclamata nei ruoli di Mimì, Musetta, Liù, Suor Angelica e Lauretta. Il Premio, che sarà consegnato oggi alle ore 18 all’Auditorium Caruso di Torre del Lago, consiste in una statuetta in bronzo che riproduce l’immagine di Giacomo Puccini così come lo raffigura Paolo Trubetzkoy nella scultura-monumento che dal 1949 è situata sul piazzale di Torre del Lago, davanti alla villa del maestro.

Un carattere simpaticamente vivace e il segno particolare di un canto da sempre apprezzato per la sua morbida dolcezza hanno fatto di Barbara Frittoli una delle più importanti e applaudite artiste italiane. A partire dal debutto al Comunale di Firenze avvenuto nel 1989, l’artista ha calcato i maggiori palcoscenici del mondo, fra cui Teatro alla Scala, Metropolitan Opera di New York, War Memorial Opera House di San Francisco, Royal Opera House di Londra, Bastille, Opéra Garnier e Châtelet di Parigi, Staatsoper Unter den Linden e Deutsche Oper di Berlino, National Theater di Monaco, Teatro Real di Madrid, Liceu di Barcelona, Opernhaus Zürich, Staatsoper di Vienna e Festival di Salisburgo; è stata quindi diretta dai più grandi direttori, fra cui si ricordano Muti, Mehta, Mackerras, Levine, Maazel, Davis, Chailly, Oren, Gavazzeni, Barenboim, Conlon.
Frittoli ha cominciato a studiare pianoforte a nove anni al Conservatorio musicale “Giuseppe Verdi” di Milano. La sua intenzione era infatti quella di diventare pianista. Tuttavia, dopo qualche anno, su consiglio dei maestri Casoni e Bertola è passata al canto, svoltando dal registro di contralto, al quale era stata inizialmente indirizzata, a quello di soprano, e arrivando al diploma sotto la guida di Giovanna Canetti. Disciplina, umiltà, carattere e scelta sempre ragionata del repertorio, sono i segreti di una lunga e gloriosa carriera che – come ama dire Barbara Frittoli – ha in Maria Callas, Antonietta Stella, Rosanna Carteri, Mirella Freni ed Elisabeth Schwarzkopf le sue interpreti di riferimento.

In concomitanza con la consegna del Premio Puccini, all’Auditorium Caruso si terrà un concerto del soprano Carolina Lopez Moreno e del tenore Luciano Ganci accompagnati dall’Orchestra del Festival Puccini diretta da Enrico Calesso.

Oggi inoltre è giornata non stop per acquistare online o alla biglietteria del Gran Teatro di Torre del Lago con uno sconto del 50% i biglietti per le rappresentazioni del Festival Puccini in cartellone la prossima estate: La bohème, Turandot, Madama Butterfly e il dittico formato da Il tabarro e Il castello del duca Barbablù.

Ulteriori informazioni: www.puccinifestival.it

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino