1

Napoli, il Teatro San Carlo chiude la stagione con Tristan und Isolde di Wagner

Sarà Tristan und Isolde di Richard Wagner l’ultimo titolo della Stagione lirica 2021/2022 del Teatro di San Carlo, in scena per la prima giovedì 27 ottobre alle ore 19.00. Lo spettacolo con la regia di Lluìs Pasqual, qui ripresa da Caroline Lang, è quello vincitore della XXIV edizione del premio Abbiati per le scene e i costumi di Ezio Frigerio e Franca Squarciapino, assegnato – si legge nella motivazione – “Per il segno visivo e la straordinaria accuratezza della realizzazione di scene, citazioni pittoriche e costumi”.

Dirige l’orchestra Constantin Trinks, conosciuto principalmente come direttore wagneriano. Anche il cast vocale è formato da voci specializzate in questo tipo di repertorio: il ruolo di Tristan sarà infatti affidato a Stuart Skelton e quello di Re Marke di Cornovaglia a René Pape, Nina Stemme sarà Isolde, Brian Mulligan Kurnewal e Okka von der Damerau darà voce a Brangäne. Completano la locandina Gabriele Ribis (Melot /Steuermann) e Klodjan Kaçani (Un pastore e voce del marinaio). Maestro del Coro José Luis Basso.

Azione in tre atti su libretto dello stesso Wagner tratto dall’omonimo romanzo in versi di Goffredo di Strasburgo, Tristan und Isolde fu composta tra il 1857 e il 1859 e andò in scena per la prima volta il 10 giugno 1865 al Nationaltheater di Monaco di Baviera. Massima espressione delle innovazioni wagneriane, è il poema in cui destino e amore coincidono in maniera assoluta e la morte dei due protagonisti è il compimento supremo dell’amore. Dopo la prima del 27 ottobre, si va in scena il 30 ottobre, il 2 e il 5 novembre.

Ulteriori informazioni: www.teatrosancarlo.it