Chiudi

La Fenice di Venezia riparte con Butterfly e Trovatore, in alternanza dal 10 settembre

Condivisioni

Di ritorno dalla pausa di ferragosto, il pubblico potrà finalmente tornare ad ammirare i capolavori del repertorio feniceo, con la ripresa di due titoli tra i più amati dagli appassionati: Madama Butterfly di Giacomo Puccini, nell’apprezzatissimo spettacolo con la regia di Àlex Rigola e le scene e i costumi di Mariko Mori, con Sesto Quatrini alla direzione musicale (10, 16, 18, 20, 22 settembre 2022); e Il trovatore, dalla trilogia popolare di Giuseppe Verdi, nell’allestimento rivisitato del regista Lorenzo Mariani con le scene e i costumi di William Orlandi che sarà proposto con la direzione musicale di Francesco Ivan Ciampa (11, 15, 17, 21, 23 settembre 2022).

Tragedia giapponese in due atti su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, Madama Butterfly di Giacomo Puccini (1858-1924) andò in scena per la prima volta al Teatro alla Scala il 17 febbraio 1904 ma fu più volte rimaneggiata dal compositore negli anni successivi: dal punto di vista musicale l’opera sarà infatti proposta nella versione definitiva pubblicata nella partitura a stampa del 1907, presentata in francese a Parigi nel 1906 e in italiano a New York nel 1907. Il pubblico potrà ammirare ancora una volta la suggestiva mise-en-scène dell’opera firmata dal regista Àlex Rigola ripresa da Cecilia Ligorio, con le scene e i costumi dell’artista giapponese Mariko Mori, nell’allestimento prodotto dalla Fondazione Teatro La Fenice nel giugno 2013 come progetto speciale della 55. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia. Sesto Quatrini dirigerà l’Orchestra e il Coro del Teatro La Fenice – quest’ultimo istruito dal maestro Alfonso Caiani – e un cast che vedrà impegnati per i personaggi principali il soprano Monica Zanettin nel ruolo di Cio-Cio-San, il mezzosoprano Manuela Custer in quello di Suzuki, il tenore Vincenzo Costanzo in quello di Pinkerton, il baritono Alberto Mastromarino in quello di Sharpless e il tenore Cristiano Olivieri in quello di Goro; inoltre Julie Mellor sarà Kate Pinkerton, Armando Gabba il principe Yamadori, Cristian Saitta lo zio bonzo. La premiere di sabato 10 settembre 2022 ore 19.00 sarà dedicata alla memoria di Renata Tebaldi, nell’ambito delle manifestazioni per le celebrazioni del centenario della nascita, in collaborazione con la Fondazione Renata Tebaldi. Seguiranno quattro repliche, venerdì 16 settembre, domenica 18 settembre, martedì 20 settembre e giovedì 22 settembre, tutte alle ore 19.00.

Il trovatore è uno dei tre grandi capolavori (assieme a Rigoletto e alla Traviata) con i quali Giuseppe Verdi (1813-1901) raggiunse la piena maturità artistica e fu riconosciuto come il massimo compositore italiano dell’Ottocento. Andata in scena al Teatro Apollo di Roma il 19 gennaio 1853, due anni dopo Rigoletto e due mesi prima della Traviata, l’opera conobbe uno strepitoso successo, destinato ad accrescersi negli anni seguenti e per tutto l’Ottocento. Dramma in quattro parti su libretto di Salvadore Cammarano, dal romanzo El trovador di Antonio García Gutiérrez, andrà in scena nell’allestimento firmato dal regista Lorenzo Mariani, con le scene e i costumi di William Orlandi e con il light design di Fabio Barettin: uno spettacolo nato a Parma nel 2010, allestito in Fenice (e in diversi Paesi europei e asiatici) a partire dall’anno successivo, riadattato in forma semiscenica durante il covid e ora riproposto in una nuova lettura registica, che enfatizza gli aspetti misteriosi, ‘gotici’, al limite del noir. Tra gli interpreti principali, spiccano tre importanti debutti nei rispettivi ruoli: Mattia Olivieri in quello del conte di Luna, Francesca Dotto in quello di Leonora e Antonio Poli in quello di Manrico; completano il cast dei ruoli principali Carmen Topciu nella veste di Azucena; e Simon Lim come Ferrando. Alla testa di Orchestra e Coro del Teatro La Fenice ci sarà Francesco Ivan Ciampa. Maestro del Coro Alfonso Caiani. Cinque le recite in programma: la prima di domenica 11 settembre 2022 ore 19.00 sarà seguita da quattro repliche, tutte alle ore 19.00: giovedì 15 settembre; sabato 17 settembre; mercoledì 21 settembre e venerdì 23 settembre.

Ulteriori informazioni: www.teatrolafenice.it

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino