Chiudi

Il sindaco Sala: “escludo che Gergiev torni a dirigere alla Scala”

Condivisioni

“Credo che a questo punto lo possiamo escludere”: il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha risposto così ai cronisti che gli hanno chiesto se il prossimo 5 marzo il direttore d’orchestra Valery Gergiev dirigerà la Dama di Picche al Teatro alla Scala, dopo che il teatro gli ha chiesto una presa di distanza dalla guerra, dopo l’aggressione all’Ucraina. “Il Maestro non ha risposto, io certamente non ho chiesto nessuna abiura, però ho chiesto una presa di distanza dalla guerra, che è una cosa un po’ diversa” ha aggiunto Sala a margine dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Iulm.

“Vedo che altre persone nel mondo artistico, tipo la Netrebko, si sono espresse in questo modo, e anche molti nel mondo dello sport. Io non voglio giudicare ma quello che so, ho chiesto un attimo fa al sovrintendente Dominique Meyer – ha aggiunto Sala che è presidente del teatro milanese -, è che Valery Gergiev è ripartito e non ha risposto”. “Vedremo quello che succederà – ha concluso – questo è un tema che è stato sollevato da Milano ma varie realtà e templi della musica hanno risposto”. Proprio oggi infatti scade l’ultimatum a Gergiev fatto dal sindaco di Monaco Dieter Reiter, anche a nome della Münchner Philharmoniker, ovvero prendere le distanze da Putin, pena la fine della collaborazione con l’orchestra di cui è direttore principale dalla stagione 2015/16.

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino