Chiudi

Il San Carlo riprende la storica Aida di Ceroli e Bolognini. Nel cast Anna Netrebko

Condivisioni

Torna in scena al Teatro di San Carlo di Napoli dal 15 al 26 febbraio 2022 Aida di Giuseppe Verdi, terzo titolo operistico della Stagione 2021/2022, come ideale omaggio al 150° anniversario dalla prima, avvenuta al Cairo nel 1871, celebrato in tutta Italia. Proprio al San Carlo, dopo la prima italiana alla Scala, Aida riscosse il più grande successo europeo.  L’opera in quattro atti su libretto di Antonio Ghislanzoni, è proposta in una storica produzione firmata da Mauro Bolognini, ripresa da Bepi Morassi. Le scene sono di Mario Ceroli e i costumi di Aldo Buti messi a disposizione dall’Archivio storico Cerratelli di Pisa. L’allestimento è del Teatro La Fenice di Venezia.

A dirigere Orchestra e Coro del Massimo napoletano sarà Michelangelo Mazza, al suo esordio al Lirico di Napoli e alla guida di un cast vocale che vede il ritorno al San Carlo di Anna Netrebko e Yusif Eyvazov nei ruoli di Aida e Radamès (nelle recite del 15, 18 e 21 febbraio). Accanto a loro nei ruoli principali rispettivamente Liudmyla Monastyrska, al suo esordio al San Carlo (nelle recite del 17, 20, 23, 26 febbraio) e Stefano La Colla (nelle recite del 17, 20, 23, 26 febbraio). Amneris sarà interpretata da Ekaterina Gubanova (impegnata il 15, 18, 21 e 26 febbraio) e Agnieszka Rehlis, anche il suo un debutto sul palcoscenico del Massimo napoletano (17, 20, 23 febbraio). Franco Vassallo sarà Amonastro e Nicolas Testè Ramfis, mentre Mattia Denti vestirà i panni del Re d’Egitto. Completano il cast Desirée Migliaccio (Una sacerdotessa) e Riccardo Rados (Un messaggero). Maestro del Coro José Luis Basso. Il disegno luci è di Fabio Barettin (ripreso da Andrea Benetello), le coreografie di Giovanni Di Cicco saranno interpretate dal Balletto del Teatro di San Carlo diretto da Clotilde Vayer.

Ulteriori informazioni. www.teatrosancarlo.it

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino