Chiudi

Il ROF porta a Fano il Tancredi di Rossini. Cantano Romanovsky, Gianfaldoni, Barakova

Condivisioni

Domenica 27 febbraio alle 20 al Teatro della Fortuna di Fano, nel quadro delle celebrazioni per il Buon (non) compleanno di Rossini, sarà proposto Tancredi in forma di concerto in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica G. Rossini. Il ROF porta per la prima volta a Fano una sua produzione musicale: una scelta significativa nel quadro della candidatura di Pesaro a Capitale italiana della Cultura 2024, progetto che coinvolge tutto il territorio.

Tancredi, melodramma eroico in due atti su libretto di Gaetano Rossi, fu rappresentata per la prima volta al Teatro La Fenice di Venezia il 6 febbraio 1813. Il soggetto è tratto dalla tragedia Tancrède (1760) di Voltaire. Rossini rielaborò ampiamente l’opera due volte, per la rappresentazione al Teatro Comunale di Ferrara nella Quaresima 1813 e, nell’autunno dello stesso anno, per il Teatro Re di Milano. L’opera sarà eseguita nella sua prima versione con finale lieto.

La vicenda è ambientata al volgere dell’anno mille a Siracusa, teatro di guerra tra Saraceni e Bizantini, ove ferve l’amore contrastato tra Amenaide e Tancredi. Cacciato ingiustamente dalla città, Tancredi vi ritorna sotto mentite spoglie: il tradimento, la guerra e la vendetta spronano il giovane a guidare i siracusani alla vittoria,

Daniele Agiman dirigerà un cast composto da Giuliana Gianfaldoni (Amenaide), Maria Barakova (Tancredi)Tancredi, Sergey Romanovsky (Argirio), Nicolò Donini (Orbazzano), Nutsa Zakaidze (Isaura) e Marta Pluda (Roggiero). Interverrà il Coro del Teatro della Fortuna.

La vendita diretta dei biglietti avrà luogo presso la Biglietteria del Teatro della Fortuna di Fano. Informazioni e Biglietteria: Tel. 0721 800750; botteghino@teatrodellafortuna.it
Sarà inoltre possibile acquistare i biglietti al Teatro Sperimentale di Pesaro. Informazioni e Biglietteria: Tel. 0721 387548; www.teatridipesaro.it
Vendita online: www.vivaticket.it

 

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino