Chiudi

Domenica all’opera su Rai5: un’intera giornata dedicata agli spettacoli di Graham Vick

Condivisioni

Dalla Zaide di Mozart a Palazzo Grassi a Venezia su testo di Italo Calvino con la direzione musicale di Jane Glover allo “scandaloso” Don Giovanni con José Luis Gomez-Rio sul podio del Teatro Romolo Valli di Reggio Emilia: titoli che aprono e chiudono la ricca programmazione di “Nel segno di Vick”, che Rai Cultura propone domenica 17 luglio dalle 10.00 a notte fonda su Rai 5, per rendere omaggio al grande regista inglese Graham Vick, scomparso lo scorso anno. Una giornata interamente dedicata a ricordarne la forza poetica e a testimoniare la grandezza delle sue creazioni registiche, segni indelebili nella storia del Teatro Lirico.

Tra gli appuntamenti principali, alle 10.10 la Zaide mozartiana interpretata da Deborah Rees, Adrian Thompson, William Mackie, Neil Jenkins, Robert Dean Umberto Troni, seguita alle 12.10 dal Macbeth di Verdi alla Scala con la direzione musicale di Riccardo Muti e le voci di Renato Bruson, Maria Guleghina e Carlo Colombara. Nel pomeriggio, poi – dopo Le nozze di Figaro con la direzione di Stefano Montanari al Teatro dell’Opera di Roma – alle 18.25 c’è La bohème di Puccini nell’allestimento firmato da Graham Vick con Michele Mariotti sul podio del Teatro Comunale di Bologna. Protagonisti sul palco Mariangela Sicilia, Francesco Demuro, Hasmik Torosyan, Nicola Alaimo, Andrea Vincenzo Bonsignore, Evgeny Stavinsky, Bruno Lazzaretti.

In prima serata, poi, dal Teatro Regio di Parma, Un ballo in maschera (Gustavo III) di Verdi con la regia di Jacopo Spirei dal progetto di Graham Vick. Nel cast, Piero Pretti, Anna Pirozzi, Amartuvshin Enkhbat, Anna Maria Chiuri. A dirigere la Filarmonica Arturo Toscanini è Roberto Abbado, mentre il Coro del Teatro Regio di Parma è guidato da Martino Faggiani. Chiudono la maratona, alle 23.30, Outis alla Scala, una delle ultime opere di teatro musicale composte da Berio, e, a seguire, il Don Giovanni a Reggio Emilia con Gezim Myshketa, Giovanni Sebastiano Sala, Mariano Buccino, Federica Lombardi, Valentina Mastrangelo, Andrea Concetti, Riccardo Fassi, Alessia Nadin.

Alle opere si alternano le testimonianze dello stesso Vick e di artisti, sovrintendenti, direttori artistici, critici musicali raccontano il suo lavoro rivelando l’importante contributo che Vick ha lasciato nella storia del teatro lirico e non solo, contribuendo a diffondere quell’idea di teatro partecipato e inclusivo su cui Vick ha costruito tutta la sua poetica.

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino