Chiudi

Su Rai1, in prima visione, il film-opera “Gianni Schicchi” con la regia di Michieletto

Condivisioni

Lunedì 27 dicembre va in onda su Rai1 alle ore 23.25 il film-opera Gianni Schicchi, tratto dall’omonimo atto unico di Giacomo Puccini su libretto di Giovacchino Forzano, ispirato al canto XXX dell’Inferno di Dante. La pellicola, girata in provincia di Siena, a pochi chilometri dalla reale ambientazione dell’opera, racconta le vicende di Gianni Schicchi, un furbo faccendiere toscano che, con un abile stratagemma, riesce a intascare la ricca eredità di Buoso Donati, anziano collezionista d’arte appena deceduto, respingendo gli assalti dei numerosi parenti del defunto, accorsi in massa a casa del Donati per ottenere la loro parte di lascito.

Si tratta del primo film di Damiano Michieletto, che vede protagonista l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna diretta da Stefano Montanari e si avvale della produzione creativa di Elisabetta Bruscolini, delle scenografie di Paolo Fantin, dei costumi di Nicoletta Ercoli e Alessandra Carta. Il suono in presa diretta è curato da Giandomenico Maria Petillo, il montaggio da Fabrizio Franzini e la cinematografia da Alessandro Chiodo (a.i.c.).

Ha dichiarato Michieletto: «Fin dal primo momento ho detto: faccio questo film solo se possiamo girarlo tutto in presa diretta. E così è stato! Solo in questo modo gli interpreti hanno avuto la possibilità di potersi esprimere davanti alla macchina da presa nel modo più coinvolgente, umano e diretto possibile. Questo era quello che cercavo: portare un’opera lirica a diventare cinema. Ho scelto Puccini perché il suo modo di comporre è già di per sé cinematografico e la storia inventata da Forzano è un perfetto plot narrativo, degno di una commedia all’italiana di Monicelli. Seguendo questa ispirazione e facendomi guidare dall’intuito ho creato questo mio primo film musicale che vive grazie alle competenze di una troupe fantastica che ha sposato il progetto e l’ha sostenuto con grande passione».

Protagonisti della pellicola il baritono Roberto Frontali nel ruolo del titolo e Giancarlo Giannini, che interpreta l’inedita parte di Buoso Donati, voluta da Michieletto nel prologo del film. Con loro Federica Guida nei panni di Lauretta, Vincenzo Costanzo in quelli di Rinuccio, Manuela Custer come Zita, Giacomo Prestia come Simone. E ancora Caterina Di Tonno come Nella, Marcello Nardis come Gherardo, Guglielmo Angeloni come Gherardino. Veronica Simeoni interpreta La Ciesca e Roberto Maietta Marco. Completano il cast Bruno Taddia (Betto), Matteo Peirone (Maestro Spinelloccio), Domenico Colaianni (Ser Amantio), Andrea Pellegrini (Pinellino) e Gaetano Triscari (Guccio).

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino