Chiudi

Jonas Kaufmann debutta all’Arena di Verona con Wagner, Verdi e Giordano

Condivisioni

Annunciato con largo anticipo in una fittissima agenda internazionale, il monacense Jonas Kaufmann, tenore più richiesto al mondo e specialista del repertorio italiano e tedesco, debutta all’Arena di Verona il 17 agosto, alle ore 21.20, in una serata unica e con un programma speciale che ne esprime le due anime: quella del tenore drammatico richiestissimo nell’Opera italiana tra Ottocento e Novecento e quella di artista di riferimento mondiale in Wagner, autore in cui ha appena riscosso un successo clamoroso di pubblico e critica proprio all’Opera di Stato bavarese aggiungendo il ruolo titanico di Tristano al suo già ricco repertorio (dopo Lohengrin, Parsifal, il protagonista dei Maestri cantori e Siegmund).

Dopo le festose note del Preludio al terzo atto di Lohengrin, è proprio nel ruolo di Siegmund, protagonista maschile di Die Walkűre (La Valchiria), ad aprire la serata areniana, con la lunga scena dell’Atto I in cui duetta con Sieglinde e scopre la propria identità, in un flusso melodico indimenticabile che unisce l’amore, l’eroismo, la primavera e le origini del mondo come rappresentato nella saga dell’Anello. Il soprano al suo fianco è Martina Serafin, già presente in Arena come soprano drammatico in Tosca, Turandot e Nabucco, e soprattutto specialista del repertorio tedesco richiesta in tutto il mondo.

Dopo l’intervallo, la seconda parte è tutta italiana, con scene ed arie da La Forza del destino e Macbeth di Verdi (opere assenti dall’anfiteatro da oltre vent’anni) e dalle pagine più celebri di Andrea Chénier di Giordano. Di tutti questi titoli, Fondazione Arena di Verona ha dato ampi assaggi nel corso dell’irripetibile Festival d’estate 2020, sia con opere meno frequentate del repertorio italiano sia con una serata monografica dedicata a Richard Wagner che ritorna, questa volta, nella sua teatralità e per la prima volta con il canto di Jonas Kaufmann.

Non meno fondamentale è l’altro esordiente del Gala Event, il direttore tedesco Jochen Rieder, che alla guida dell’Orchestra areniana accompagnerà il canto e sarà protagonista di alcune pagine prettamente sinfoniche ed impegnative, dal Preludio della Valchiria alla sinfonia della Forza verdiana e all’Intermezzo da Manon Lescaut di Puccini.
«Proseguono le serate evento all’Arena di Verona – afferma il sindaco di Verona Federico Sboarina, presidente di Fondazione Arena – Spettacoli unici che abbiamo fortemente voluto non solo per ripercorrere assieme al pubblico la storia della musica, riportando nell’anfiteatro brani che da decenni mancavano dalla scena veronese, ma anche per tornare a vedere sul palcoscenico areniano i maestri della lirica, artisti di fama internazionale. Tra cui sicuramente il più grande tenore wagneriano Jonas Kaufmann. Un programma di altissimo livello anche per avvicinare le nuove generazioni e formare, quindi, il pubblico di domani. È sui giovani che dobbiamo investire, a loro dobbiamo proporre il meglio per far sì che si appassionino anche della musica classica e lirica».

«È un evento che aspettiamo da tanto, noi tutti in Fondazione insieme al pubblico dell’Arena – aggiunge Cecilia Gasdia, sovrintendente e direttore artistico di Fondazione Arena – Lo abbiamo annunciato ancora due anni fa e Jonas Kaufmann ha confermato l’impegno anche dopo la riprogrammazione che si è resa necessaria. Proprio tenendo conto delle difficoltà e delle complicazioni che abbiamo attraversato e stiamo ancora fronteggiando nel rispetto delle leggi, della salute e della sicurezza di ognuno, questo debutto nel Festival 2021 ci accende ancora di più di entusiasmo, orgoglio e speranza».

«È un debutto tanto atteso dal pubblico e fortemente voluto da tutti noi – afferma Gianfranco De Cesaris, direttore generale di Fondazione Arena. – Anche quest’anno, infatti, gli artisti ci hanno dato fiducia e abbiamo potuto creare cast di elevato livello, per assicurare ogni sera uno spettacolo all’altezza del nome dell’Arena di Verona. Siamo quindi ancora più orgogliosi di accogliere a Verona, per il suo debutto in Arena, una star internazionale come Jonas Kaufmann – interprete richiesto dai maggiori teatri al mondo – e siamo certi che anche lui si innamorerà della magia del palcoscenico sotto le stelle e del calore unico del suo pubblico».

Conclude Stefano Trespidi, vicedirettore artistico della Fondazione Arena: «La presenza di Jonas Kaufmann in un teatro italiano è già di per sé un evento eccezionale: il suo debutto a Verona si inserisce nel percorso che l’Arena sta tracciando negli ultimi anni, creando legami con i migliori artisti del mondo e offrendo al suo grande e caloroso pubblico un’opportunità unica di ascoltare la musica di Wagner e Giordano in questa magica cornice».

In caso di annullamento per maltempo, lo Jonas Kaufmann Gala Event (già completamente esaurito da diverse settimane) sarà recuperato il giorno seguente, mercoledì 18 agosto, sempre alle 21.30.
A partire da venerdì 6 agosto, per l’accesso all’Arena di Verona si applicano gli obblighi di legge che prevedono l’EU Digital Covid Certificate (“Green Pass”) o altra certificazione. Tutti i dettagli sono disponibili sul sito web all’indirizzo https://www.arena.it/it/arena-di-verona/info-covid

Photo: Gregor Hohenberg

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino