1

Brescia, il Teatro Grande apre la stagione con La fanciulla del West di Puccini

Inaugura questa settimana la Stagione d’opera del Teatro Grande di Brescia che porterà in scena i titoli inizialmente pensati per la Stagione 2020 e poi non andati in scena a causa della pandemia. La Stagione settembre-dicembre 2021 si apre con un atteso titolo del repertorio pucciniano, La fanciulla del West. L’opera fu composta dopo che al maestro Puccini, durante un tour statunitense nel 1907, accadde di assistere al dramma di David Belasco The Girl of the Golden West, che lo entusiasmò. Ottenuto dall’autore il necessario consenso, incaricò il poeta Carlo Zangarini (cui subentrò in un secondo tempo lo scrittore toscano Guelfo Civinini) di preparare il libretto. La composizione dell’opera venne ultimata nel luglio del 1910 e La fanciulla del West fu rappresentata per la prima volta al Teatro Metropolitan di New York il 10 dicembre 1910. Diretta in quell’occasione da Arturo Toscanini, fu accolta con un successo clamoroso dal pubblico e questa settimana torna sul palcoscenico del Teatro Grande dopo 43 anni dall’ultima rappresentazione per debuttare venerdì 24 settembre alle ore 20.00, con replica domenica 26 settembre alle 15.30.

La fanciulla del West è sicuramente uno tra i titoli più affascinanti del melodramma del Novecento, linea di confine tra opera lirica e colonna sonora di quel nuovo mezzo artistico che stava nascendo: il cinema. Sono proprio la voglia di innovazione, la curiosità per l’esotismo, il momento di grande irrequietezza che stava vivendo il compositore di Lucca, a fare da contesto alla creazione di questo capolavoro del teatro d’opera del secolo scorso. Nel cast alcune tra le voci più interessanti del panorama lirico contemporaneo: Rebeka Lokar (Minnie), Angelo Villari (Dick Johnson) e Devid Cecconi (Jack Rance). Completano la locandina Andrea Concetti nel ruolo di Ashby, Didier Pieri (Nick il barista), Valdis Jansons (Sonora), Marco Miglietta, Federico Cavarzan, Ramiro Maturana, Antonio Mandrillo, Giuseppe Raimondo, Matteo Loi, Maurizio Lo Piccolo (i minatori), Gaetano Triscari (Billy Jackrabbit), Candida Guida (Wowkle), Alessio Verna (Wallace), Marco Tomasoni (Castro), Alessandro Mundula (Un postiglione). I numerosi ruoli previsti dalla partitura – che necessitano di una caratterizzazione forte e precisa e una preparazione rigorosa nelle loro parti – verranno affiancati da 24 artisti del coro uomini di OperaLombardia, a completare un quadro di interpreti di livello per questa nuova produzione. Sul podio, alla guida dell’Orchestra de I Pomeriggi Musicali, il talento lucchese Valerio Galli, tra gli esecutori e interpreti contemporanei pucciniani più apprezzati e che a Brescia ha già diretto Tosca nel 2018. La regia è di Andrea Cigni che per il circuito OperaLombardia ha firmato riusciti allestimenti tra cui Roméo et Juliette nel 2011 e Tosca nel 2018, affiancato per le scene da Dario Gessati, per i costumi da Tommaso Lagattolla e per le luci da Fiammetta Baldiserri.

Al debutto bresciano seguirà nel 2022 la tournée nei Teatri del Circuito OperaLombardia: Teatro Fraschini di Pavia il 7 e 9 gennaio, Teatro Sociale di Como 14 e 16 gennaio e Teatro Ponchielli di Cremona 21 e 23 gennaio. Per tutti i titoli d’opera è attivo il progetto di accessibilità OPEN volto a rendere il Teatro e alcuni suoi spettacoli fruibili dai disabili visivi e uditivi. Nato dalla collaborazione tra la Fondazione del Teatro Grande e Sennheiser, azienda del suono leader in campo internazionale, OPEN permette la fruizione degli spettacoli attraverso una particolare tecnologia che, grazie a un’app gratuita scaricata sul proprio cellulare, consente a sordi e ipoudenti di migliorare la propria fruizione dell’opera attraverso una personale modulazione delle frequenze del suono; la stessa App consente inoltre ai non vedenti di poter ascoltare un’audiodescrizione dello spettacolo appositamente creata nelle settimane precedenti la rappresentazione. Tutte le opere sono inoltre accompagnate dai sopratitoli in italiano. Per informazioni e prenotazioni relative al progetto OPEN è attivo l’indirizzo accessibilita@teatrogrande.it.

Biglietteria e modalità di accesso: I biglietti per gli spettacoli sono in vendita alla Biglietteria del Teatro Grande e sui siti www.teatrogrande.it e www.vivaticket.com. Si ricordano gli orari di apertura della biglietteria del Teatro Grande: dal martedì al venerdì dalle 13.30 alle 19.00 e il sabato dalle 15.30 alle 19.00; chiusura domenica e lunedì e festivi a eccezione dei giorni di spettacolo.
Tutti gli spettacoli sono realizzati in sicurezza e nel rispetto delle normative legate al contenimento della diffusione del contagio da Covid-19. A tale proposito, a seguito delle ultime disposizioni normative, l’accesso agli spazi del teatro sarà possibile solo previa esibizione del Green Pass. Per evitare code e assembramenti il teatro sarà accessibile al pubblico a partire da un’ora prima dell’inizio di ogni rappresentazione. Si raccomanda agli spettatori di presentarsi presso il teatro non oltre i 30 minuti precedenti l’orario d’inizio dell’evento. Le disposizioni per il contenimento della pandemia attualmente in corso prevedono l’obbligo della mascherina (chirurgica o di categoria protettiva superiore, no mascherine di comunità) per tutti gli spettatori.

Photo: Umberto Favretto