Chiudi

Su ARTE Opera, le grandi produzioni liriche europee

Condivisioni

Al via la terza stagione operistica digitale di ARTE (arte.tv/opera), il canale culturale europeo, in collaborazione con ventuno dei principali Teatri dell’Opera e festival europei. Gli spettacoli saranno disponibili online – in streaming e on demand – gratuitamente e sottotitolati in sei lingue, tra cui l’italiano. Contestualmente, ARTE ha annunciato il lancio di #WeReStillOPen, una campagna volta a rafforzare il sostegno alla scena artistica e culturale europea per tutta la durata delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria da Coronavirus La pandemia da Coronavirus ha avuto un impatto devastante sulle arti e la cultura in tutto il mondo e un ritorno alla “normalità” sembra ancora lontano, con teatri dell’opera chiusi e sale da concerto deserte. In questo contesto, dopo due stagioni di successo, il canale culturale europeo ARTE presenta la sua terza stagione operistica digitale.

In collaborazione con ventuno dei principali Teatri dell’Opera e festival europei di 12 Paesi, tra cui il Teatro Massimo di Palermo e il Teatro alla Scala di Milano, ARTE propone ogni mese nuovi spettacoli che vengono trasmessi in streaming dal vivo o resi disponibili on demand gratuitamente. Inoltre, grazie al sostegno finanziario dell’Unione europea, i contenuti sono sottotitolati in sei lingue diverse (inglese, italiano, francese, tedesco, spagnolo, polacco), caso unico al mondo: in questo modo oltre il 70% degli utenti europei può seguire l’offerta operistica di ARTE nella sua lingua madre.

Per la terza stagione, si parte il 14 novembre con Hippolyte et Aricie di Jean-Philippe Rameau in diretta dall’Opéra Comique di Parigi, con l’Ensemble Pygmalion che suonerà nonostante l’assenza del pubblico dal vivo. Saranno poi trasmessi la prima di Mahler / Live di Martin Schläpfer da Vienna, e Pippi Calzelunghe di Pär Isberg all’Opera Nazionale Finlandese.

Dal 6 dicembre si potrà assistere alla messa in scena del Simon Boccanegra di Giuseppe Verdi per la regia di Andreas Homoki dal Teatro dell’Opera di Zurigo, e dal 13 dicembre sarà disponibile il Lohengrin di Wagner, messo in scena da Calixto Bieito presso la Staatsoper Unter den Linden di Berlino con un cast stellare che include Sonya Yoncheva, René Pape e Roberto Alagna. Per la primavera 2021 invece è prevista la produzione di Jiří Nekvasil di Dalibordi Bedřich Smetana, trasmessa dall’Opera di Stato di Praga.

Sebbene appena iniziata, la stagione ha già avuto il suo primo successo a settembre con 7 Deaths of Maria Callas, progetto dell’artista-performer Marina Abramović trasmesso in live streaming dalla Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera e reso poi disponibile on demand: nell’arco di un mese è stato visto da oltre 170.000 spettatori.

Obiettivo di ARTE è mostrare la qualità e la diversità della scena lirica europea e avvicinare un nuovo pubblico a questa forma d’arte grazie a produzioni eccezionali, grandi classici, novità e riscoperte; in particolare, molte delle opere disponibili sono coproduzioni tra ARTE ed i suoi canali partner europei, tra cui RTÉ, RTBF, YLE, RTS e ČT. Dal 2018 la stagione operistica digitale di ARTE ha registrato oltre 2 milioni di visualizzazioni.

“Nell’attuale crisi, ARTE, in qualità di European Culture Channel, crede che ora più che mai la sua missione sia quella di supportare artisti, creativi, istituzioni culturali e organizzatori di eventi quando e dove possibile”, ha spiegato Wolfgang Bergmann, amministratore delegato di ARTE Deutschland e coordinatore di ARTE per il canale televisivo tedesco ZDF. Bergmann ha inoltre annunciato che nei prossimi mesi ARTE Concert, il programma di musica digitale cross-genere di ARTE (arte.tv/concert) di cui ARTE Opera fa parte, risponderà al più recente lockdown livello europeo intensificando il suo sostegno alla scena artistica e culturale europea.

Contestualmente ARTE ha infatti lanciato la campagna #WeReStillOpen: in collaborazione con alcune delle istituzioni più colpite, inclusi teatri, orchestre e altri creativi, il canale culturale europeo intende creare un programma di prim’ordine, comprendente non solo eventi live o appuntamenti in streaming, ma anche lo sviluppo di nuovi format. Accanto alla stagione di ARTE Opera, il perseguimento di questo obiettivo da parte di ARTE prevede il proseguimento del popolare formato Hope @ Home, il cui motto a partire da oggi sarà “Next Generation”, nonché la ripresa della sua serie di DJ set europei UnitedWeStream.

Il programma di ARTE Opera può essere consultato a questo link.

Partner di ARTE Opera (dal 2 novembre 2020):
Festival d’Aix-en-Provence (Aix-en-Provence), Dutch National Opera (Amsterdam), Gran Teatre del Liceu (Barcellona), Staatsoper Unter den Linden (Berlino), Théâtre Royal de la Monnaie (Bruxelles), Semperoper (Dresda), Hamburg State Opera (Amburgo), Finnish National Opera (Helsinki), Opéra de Lausanne (Losanna), Royal Opera House (Londra), Teatro Real (Madrid), Teatro alla Scala (Milano), Bayerische Staatsoper (Monaco), Teatro Massimo (Palermo), Opéra Comique de Paris (Parigi), Opéra National de Paris (Parigi), Czech National Opera (Praga), Opéra National du Rhin (Strasburgo), Wexford Festival Opera (Wexford), Vienna State Opera (Vienna), Opernhaus Zurich (Zurigo).

Maggiori informazioni su ARTE Opera: arte.tv/opera

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino