Chiudi

Si è spenta a Modena la grandissima Mirella Freni

Condivisioni

Mirella Freni, una delle più grandi cantanti liriche italiane di sempre, è morta a Modena. La notizia è stata data dal suo manager storico Jack Mastroianni. Il celebre soprano – la cui carriera è indissolubilmente legata a quella di un altro grande modenese, Luciano Pavarotti – da tempo lottava contro una malattia degenerativa ed è deceduta nella sua abitazione circondata dall’affetto dei suoi cari. Avrebbe compiuto 85 anni il prossimo 27 febbraio

Nata a Modena nel 1935, Mirella Freni debuttò nel ruolo di Micaela nella Carmen di Bizet il 3 marzo 1955. Fin dall’inizio della sua carriera il fascino della voce e la sua vivace personalità nel repertorio mozartiano e in quello belcantistico le hanno procurato l’affetto del pubblico e dei colleghi. Un caso felice, nel 1963, portò all’incontro tra Freni ed Herbert von Karajan alla Scala in occasione della leggendaria produzione di Zeffirelli della Bohéme. Nella Freni, Karajan trovò la sua Mimì ideale, insieme a un’affine spirito artistico. Cominciò così una fruttuosa collaborazione con il teatro milanese durata oltre vent’anni, nel corso della quale l’artista interpretò ruoli come Dedemona di Otello, o Amelia del Simon Boccanegra di Verdi, Manon Lescaut di Puccini, o ancora Tat’jana dell’Onegin di Čajkovskij e Adriana Lecouvreur di Cilea.

Mirella Freni era nota per la sua disciplina vocale, unita alla sua capacità di rifiutare ruoli vocalmente non adatti a lei, come quando declinò l’invito di Karajan a interpretare il ruolo del titolo nella Turandot di Puccini. Grazie a questa cautela Mirella Freni raggiunse il quinto e ultimo decennio della sua carriera con voce fresca e con la capacità di ampliare il repertorio interpretando opere russe e veriste, come La Dama di picche e La pulzella d’Orleans di Čajkovskij, o Fedora di Giordano. Il grande soprano ebbe la fortuna di esibirsi in numerose occasioni con Plácido Domingo e Luciano Pavarotti e con direttori come Claudio Abbado, Carlos Kleiber, James Levine, Riccardo Muti, Seiji Ozawa e Giuseppe Sinopoli, oltre a Herbert von Karajan.  Un ricco repertorio di CD e di DVD restano a testimonianza della sua arte.

Il Metropolitan di New York ha reso onore a Mirella Freni con un Gala il 15 maggio 2005, celebrando i suoi quarant’anni di collaborazione con il teatro e i cinquant’anni di carriera. L’evento fu anche l’occasione per dare l’annuncio del suo ritiro dalle scene. Negli ultimi anni Mirella Freni si era dedicata all’insegnamento, fino a quando l’avanzare della malattia non le aveva precluso la possibilità di condurre un’attività continuativa.

Download PDF
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino