Chiudi

Rai5: l’Orchestra Sinfonica Nazionale Rai celebra Toscanini. Sul podio Mariotti

Condivisioni

Nasce come concerto dedicato dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai ad Arturo Toscanini nel 150° anniversario della nascita quello che Rai Cultura ripropone su Rai5 lunedì 8 giugno alle 18.15. Registrato nel marzo 2017, vede protagonista Michele Mariotti, vincitore del Premio Abbiati della Critica Musicale Italiana come miglior direttore e protagonista sui palcoscenici più prestigiosi del mondo, dal Gewandhaus di Lipsia al Metropolitan di New York, dalla Royal Opera House di Londra alla Bayerische Staatsoper di Monaco. Il programma, pensato per celebrare Toscanini, si apre con l’Ouverture da La gazza ladra di Gioachino Rossini, seguita dalle Danze piemontesi op. 31 di Leone Sinigaglia, che proprio Toscanini tenne a battesimo al Teatro Vittorio Emanuele – oggi Auditorium Rai a lui dedicato – il 14 maggio 1905. Si prosegue con la Sinfonia dai Vespri siciliani e con quella dal Nabucco di Giuseppe Verdi, con l’Intermezzo da Manon Lescaut e il Capriccio sinfonico di Giacomo Puccini. A chiudere la serata è l’Ouverture dal Rienzi di Richard Wagner.

Con la città di Torino, sede dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, Toscanini ebbe uno strettissimo rapporto, suggellato da circa quattrocento presenze sul podio, tra opere e concerti, cui si sommano diverse esibizioni giovanili come violoncellista di fila o in formazioni cameristiche. Il 4 ottobre 2007, nel 50° anniversario della scomparsa del Maestro, l’Auditorium Rai gli è stato intitolato: proprio nel vecchio Teatro Vittorio Emanuele, poi divenuto nel 1952 l’Auditorium della Rai, Toscanini diresse la Carmen di Bizet, nel 1889, e otto concerti tra il 1896 e il 1905. Concerti rimasti noti anche per le prime esecuzioni italiane di pagine come Finlandia di Jean Sibelius, la Seconda Sinfonia di Alexander Borodin o l’Adagio della Settima Sinfonia di Anton Bruckner.

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino