Chiudi

Coronavirus: cancellato il Festival di Bayreuth 2020

Condivisioni

Il Covid-19 colpisce ancora. In una riunione tenutasi nel pomeriggio di oggi Katharina Wagner e il direttivo del Bayreuther Festspiele hanno stabilito che, per quest’anno, il Festival dedicato al genio e alla musica di Richard Wagner non potrà avere luogo. L’edizione del 2020, che sarebbe dovuta iniziare sabato 25 luglio, prevedeva il revival di tre spettacoli degli scorsi anni (Die Meistersinger von Nürnberg diretto da Philippe Jordan e con regia di Barrie Kosky, lo scandaloso Tannhäuser di Tobias Kratzer con la bacchetta di Axel Kober, il Lohengrin di Yuval Sharon con, in alternanza sul podio, Christian Thielemann e Axel Kober), la Nona di Beethoven e un’attesissima nuova produzione della tetralogia del Ring, messa in scena da Valentin Schwarz e diretta dal finlandese Pietari Inkinen. Le prove per questo Ring sarebbero dovute iniziare domani, prima che la pandemia si diffondesse in tutta Europa e, anche in Germania, venissero adottate restrizioni per evitare ulteriori contagi. A Bayreuth si è quindi deciso, a malincuore ma a ragion veduta che, per quest’estate, le note di Wagner non potranno risuonare sulla “verde collina”.

Di conseguenza, anche le prossime edizioni del Festival verranno riprogrammate: la nuova Tetralogia, che rimpiazza quella antecedente di Frank Castorf, verrà presentata soltanto nel 2022; per il 2021, in aggiunta alla già pianificata nuova produzione del Der fliegende Holländer, il programma includerà la ripresa di Tannhäuser, Die Meistersinger von Nürnberg, Lohengrin e tre recite in forma di concerto di Die Walküre. Siamo fiduciosi che, passata la drammatica situazione che attanaglia tutto il mondo, il prossimo anno la “heil’ge deutsche Kunst”, tanto elogiata da Hans Sachs nel finale dei Meistersinger, potrà nuovamente risplendere sulla sacra collina di Bayreuth.

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino