Chiudi

Anche il Regio di Parma sospende la programmazione fino al 1° marzo

Condivisioni

Il Teatro Regio di Parma informa che in considerazione dell’evoluzione del fenomeno epidemico legato al diffondersi dell’infezione Coronavirus COVID-19, in osservanza all’ordinanza della Regione Emilia-Romagna, al fine di ridurre le possibilità di eventuali contagi, dispone la sospensione delle attività aperte al pubblico, comprese lo sportello di Biglietteria e le visite guidate, fino al 1 marzo 2020 compreso.

L’incontro con Guido Barbieri in programma il 29 febbraio è sospeso e sarà recuperato in altra data che verrà prossimamente comunicata. Il concerto di Martina Filjak con I Solisti di Zagabria in programma il giorno 1 marzo è sospeso in attesa di nuove comunicazioni su un eventuale recupero in altra data da definirsi. Inoltre la campagna di abbonamenti al Festival Verdi 2020, con la prelazione riservata agli abbonati al Festival Verdi 2019, originariamente prevista dal 27 febbraio, avrà luogo dal 2 al 5 marzo. Si precisa che le consuete attività del Teatro Regio di Parma presso gli uffici e i laboratori, proseguiranno senza interruzione e che tutti gli uffici e le strutture rimarranno aperti secondo gli orari programmati.

Il Teatro Regio di Parma invita, inoltre, ad adottare un comportamento responsabile seguendo le indicazioni emanate dal ministero della Salute, dall’Istituto superiore di sanità e dalla Regione Emilia-Romagna

image_pdfimage_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino