A Monaco di Baviera, l’opera di Marina Abramović su Maria Callas. A giugno il debutto italiano

Si preannuncia come un evento d’eccezione il debutto operistico di Marina Abramović alla Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera. Sabato 11 aprile è prevista infatti la prima del suo nuovo lavoro con musiche di Marko Nikodijević, 7 Deaths of Maria Callas, dedicato alla figura del mitico soprano greco. L’artista serba, nota per i suoi interventi performativi, sarà impegnata in veste di autrice, regista, scenografa e attrice.

Ispirato a sette eroine del teatro musicale che muoiono d’amore o per amore – Carmen, Tosca, Lucia, Butterfly, Norma, Desdemona e Violetta – lo spettacolo è coprodotto con Deutsche Oper Berlin, Greek National Opera, Opéra National de Paris e il Festival del Maggio Musicale Fiorentino, dove sarà rappresentato in prima italiana il 4, 5 e 6 giugno 2020.
Da sempre ossessionata dalla figura di Maria Callas e “dall’idea incredibilmente romantica di morire per amore”, la Abramović rende omaggio al soprano greco, alla sua concezione totalizzante dell’arte e alla sua parabola artistica strettamente intrecciata a un percorso umano tormentato.

Sul podio della Bayerisches Staatsorchester è impegnato Yoel Gamzou, mentre in scena si alternano setti soprani nei ruoli delle sette eroine operistiche. I costumi sono firmati dallo stilista italiano Riccardo Tisci.