Chiudi

The Stars of Opera: Anna Netrebko e Yusif Eyvazov ritornano all’Arena di Verona

Condivisioni

Solo i più importanti teatri del mondo hanno il privilegio di creare un rapporto di continuità e stabile collaborazione con le più grandi stelle del panorama internazionale e, grazie ad un accurato ed incessante lavoro volto ad innalzare sempre più la qualità artistica, l’Arena di Verona torna finalmente ad entrare nell’olimpo di queste celebrità.
Il ritorno di Anna Netrebko e Yusif Eyvazov è un segnale importante di questo percorso virtuoso e la scelta di passare da una produzione operistica alla formula della serata di gala dimostra la volontà dei due Artisti di essere presenti a Verona sviluppando con Fondazione Arena tutta l’ampia gamma cromatica delle proprie potenzialità, con una libertà e agilità di variazione dei repertori per stupire il pubblico e la critica.
Coppia d’arte e di vita, Anna Netrebko e Yusif Eyvazov sperimentano, già da tempo e sui migliori palcoscenici del mondo, le dinamiche del gala che consentono loro libertà e studio continuo, familiare, sempre alla ricerca di nuove vie d’espressione: quello in Arena sarà dunque uno spettacolo unico, frutto di un’analisi attenta delle grandi potenzialità della cornice areniana, che di certo arricchirà profondamente questo percorso intimo di libertà espressiva e approfondimento di registri diversi. Il programma della serata è in fase di definizione proprio per assicurare al pubblico uno spettacolo unico lontano dai modelli attualmente proposti nella loro tournée mondiale, ma che sarà il frutto di un lavoro meditato attentamente per valorizzare al meglio il connubio tra la magia del palcoscenico all’aperto più famoso al mondo e le potenzialità vocali dei grandi artisti.

Il gala The Stars of Opera, in programma il 23 luglio 2020, alle ore 20.45, sarà diretto da Marco Armiliato, continuamente chiamato nei teatri più prestigiosi, dal MET all’Opéra de Paris, alla Wiener Staatsoper, famoso per aver diretto sin dai loro esordi grandi voci come Luciano Pavarotti, Placido Domingo e più recentemente Jonas Kaufmann, Angela Gheorghiu e la stessa Anna Netrebko.
Per questa serata evento Anna Netrebko e Yusif Eyvazov saranno affiancati da altri due nomi importanti del panorama internazionale: Daniela Barcellona, mezzosoprano che, dal suo debutto nel Tancredi al Rossini Opera Festival nel 1999, si è affermata come interprete di riferimento dei ruoli “en travesti”, che l’hanno vista protagonista dei più prestigiosi teatri al mondo, dal MET al Teatro alla Scala, dalla Royal Opera House al Festival di Salisburgo. Ambrogio Maestri, grande baritono che ha debuttato con Riccardo Muti al Teatro alla Scala e da allora è ospite dei più importanti teatri mondiali, famoso e apprezzato per i ruoli verdiani e la cui felice collaborazione con l’Arena di Verona è ormai quasi decennale.

Anna Netrebko e Yusif Eyvazov dal prestigioso Smetana Hall di Praga dichiarano: “Yusif ha una lunga storia con Verona e dopo il bellissimo Trovatore della scorsa stagione ci sentiamo a casa entrambi in Arena, portare di nuovo il nostro sodalizio artistico su quel palco sarà bellissimo e non vediamo l’ora. Abbiamo tanti mesi per pensare insieme alle soluzioni creative più interessanti per un luogo così magico e sarà di certo uno spettacolo speciale”

Il Sovrintendente e Direttore Artistico Cecilia Gasdia, facendosi portavoce del team areniano e dei suoi complessi artistici che lo scorso anno hanno lavorato proficuamente e con rinnovata motivazione a fianco delle due star, si dice «incredibilmente felice di questo consolidato rapporto umano e professionale, risultato dell’eccellente professionalità dimostrata in Arena da ogni singolo lavoratore impegnato nella produzione del Trovatore, perché da ex cantante posso assicurare che si ritorna volentieri dove si è lavorato bene, con la collaborazione e il sorriso di tutti. Questo ritorno importantissimo è dunque il segnale che abbiamo lavorato bene, che l’intera città di Verona ha restituito una bella immagine di sé ai divi abituati alle grandi capitali del mondo. Dunque davvero un successo di tutti».

Quest’atteso ritorno è solo uno dei numerosi elementi di eccellenza della stagione estiva 2020 che inaugurerà il 13 giugno con una nuova produzione di Cavalleria rusticana e Pagliacci, a cui faranno seguito: Aida, Turandot, Nabucco e La Traviata, con le altre serate di gala Jonas Kaufmann Gala Event, Domingo Opera Night, Roberto Bolle and Friends e la IX Sinfonia di Beethoven diretta da Ezio Bosso.

I biglietti del 98° Festival lirico all’Arena di Verona sono già in vendita a prezzo speciale – per alcuni settori – per chi acquista entro il 24 dicembre 2019. Si ricorda l’introduzione dei nuovissimi e prestigiosi posti di platea poltronissime platinum e i settori 4° e 5° che garantiscono una vista eccezionale del palcoscenico.
Per informazioni visitare il sito www.arena.it e seguire i canali social (Facebook, Twitter, Instagram e YouTube).

Download PDF
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino