Chiudi

Mariella Devia e Simone Di Crescenzo: i volti del Belcanto su Classica HD

Condivisioni

Mariella Devia, una delle più autorevoli interpreti del Belcanto dell’età contemporanea, nel corso della sua lunga attività ha prestato la sua voce alle affascinanti protagoniste dei capolavori di Rossini, Bellini e Donizetti, interpretando con grande maestria ruoli di personaggi femminili di ogni tipo: donne raffinate, forti, fragili, umili o di alto rango, ruoli che hanno segnato la sua lunga carriera fino a farle guadagnare il titolo di regina del Belcanto. Senza dubbio per il pubblico e per la critica Mariella Devia ha rappresentato e rappresenta tutt’oggi un volto storico per questo raffinato repertorio, del quale dopo il suo recente addio alle scene, i teatri si sono sentiti orfani. Ma il soprano non smette di sorprendere il suo pubblico, facendo il suo esordio in televisione come ospite nella trasmissione Il Belcanto, la miniserie realizzata da Classica HD, che andrà in onda a partire da lunedì 16 dicembre, alle ore 21.10, sul canale 136 di Sky.

Il compagno di viaggio, nonché autore del programma, è Simone Di Crescenzo, giovane pianista, musicologo, ricercatore e infaticabile studioso di Belcanto, da qualche anno impegnato anche nella divulgazione musicale. Di Crescenzo, a sua volta, presta il suo volto al grande schermo per parlare di opera e di grandi compositori italiani del primo Ottocento. È proprio in questa duplice prospettiva, in questa doppia testimonianza che risiede l’originalità del format, un programma articolato in 4 puntate dedicate a personalità della storia del melodramma, durante le quali Mariella Devia racconta il suo legame con gli autori, il lavoro con grandi direttori protagonisti della cosiddetta Belcanto Reinassance, il processo di riscoperta del genere avviatosi a partire dagli anni ‘70, e ancora episodi, curiosità e indiscrezioni tratti dalla sua lunga carriera sui maggiori palcoscenici del mondo. Di Crescenzo, a sua volta, illustra la storia del repertorio, analizzandone tematiche e personaggi, sia da un punto di vista musicale che storico. La prima puntata è di fatto un’introduzione generale al Belcanto, nei suoi aspetti storico-estetici, mentre i successivi tre episodi sono dedicati rispettivamente a Rossini, Bellini e Donizetti. Ai telespettatori viene offerto quindi un racconto che, partendo da percorsi differenti, si fonde in un unico cammino verso la rivalutazione di un’epoca aurea della storia del teatro italiano.

image_print
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino