Chiudi

L’8 giugno ritorna a Brescia la grande Festa dell’Opera

Condivisioni

Si svolgerà sabato 8 giugno 2019 a Brescia, dall’alba alla mezzanotte, l’ottava edizione della Festa dell’Opera, il grande evento colto e popolare che ogni anno trasforma Brescia nella città dell’Opera. Centinaia di artisti e oltre 50 luoghi della città, pubblici e privati, accolgono i suoni e le voci dell’Opera in un vorticoso susseguirsi di emozioni. L’obiettivo è aprire l’Opera a tutti, portare il fascino del melodramma a diretto contatto con il pubblico di ogni età anche attraverso contaminazioni con altri linguaggi musicali (jazz, elettronica, swing, pop, rock, musica contemporanea). In ogni edizione la Festa tocca diversi punti del centro storico e della periferia cittadina per portare musica ovunque e per far conoscere anche i posti meno frequentati.
Così ogni anno, per un giorno intero, l’Opera invade strade, piazze e cortili, chiese, teatri, musei e luoghi della cultura, ma anche luoghi del lavoro e del sociale, mercati, esercizi commerciali, ristoranti e case private con concerti, recital, incontri, improvvisazioni alla ricerca anche di un nuovo pubblico. In ogni edizione vengono coinvolte tantissime realtà cittadine, pubbliche e private, nell’obiettivo di fare della Festa uno strumento di promozione non solo della cultura e dell’Opera, ma dell’intero territorio grazie a una partecipazione trasversale delle attività, economiche e non, che in esso vivono e operano. Proprio in quest’ottica, la Festa integra la promozione culturale con la scoperta e la valorizzazione del patrimonio storico-architettonico e per questo i diversi appuntamenti invitano le persone anche nei luoghi simbolo o in quelli poco conosciuti della storia della città, non sempre accessibili al pubblico.

L’edizione 2019 celebrerà l’Opera quale prodotto di eccellenza nazionale, simbolo della tradizione italiana ma, al contempo, linguaggio universale. Altrettanto universale e aperto a svariate connotazioni sarà il tema dell’ottava edizione: “Re/Regine. Potere/Passione” costituirà il fil rouge attorno a cui ruoteranno i numerosi appuntamenti della giornata. Un tema di ampio respiro che tocca sia i capolavori più celebri, sia opere di raro ascolto che saranno una piacevole scoperta anche per gli appassionati.
Un’anteprima del suggestivo programma della Festa si potrà avere già nei giorni precedenti con l’iniziativa PRIMA DELLA FESTA DELL’OPERA che toccherà quattro scuole bresciane (Scuola Secondaria Di Primo Grado Virgilio, Scuola Primaria E. Montale, Liceo Fabrizio De André e Liceo Internazionale per ‘Impresa Guido Carli) attraverso le (RI)CREAZIONI CON L’OPERA. Tutti gli appuntamenti di quest’anno porteranno tra i banchi di scuola una speciale versione per i ragazzi del Flauto Magico che, attraverso la regia e la drammaturgia di Stefania Panighini, veicolerà un racconto contemporaneo, anche grazie alla particolare modalità di fruizione. Lo spettacolo non si svolge, infatti, in una logica frontale, ma coinvolge il pubblico e lo trasforma nel protagonista: un viaggio nell’opera del passato, proiettato verso il futuro.

Sabato 8 giugno l’affezionato pubblico che ogni anno partecipa al concerto dell’alba dovrà anticipare la sveglia alle 5.30 per ARIE DI LUCE che quest’anno porterà melodie d’opera francesi nel suggestivo Convento dei Padri Carmelitani Scalzi a San Pietro in Oliveto. Chi avrà prenotato il proprio posto (prenotazione obbligatoria il 3 e 4 giugno, tel. 030 2979347) avrà la possibilità di assistere a un emozionante concerto – con colazione al termine – eseguito dai cantanti della Festa accompagnati dall’ensemble strumentale Bazzini Consort. A seguire molteplici saranno i momenti dedicati all’Opera: nel Ridotto del Teatro Grande alle 10.45 si terrà TURANDOT IN STILE “RIDOTTO”, una speciale versione del celebre capolavoro pucciniano. Il consueto format proposto in Ridotto è stato quest’anno rivisitato dalla messa in scena del regista Luca Baracchini e sarà in replica anche nel pomeriggio alle 15.30. Alle ore 11.00 la Festa dell’Opera si sposta presso la sede di UBI BANCA: nella Sala conferenze “Corrado Faissola” andrà in scena CARMEN, una selezione dal celebre capolavoro di Bizet con i cantanti della Festa e con il Coro Lirico Ponchielli Vertova diretto da Patrizia Bernelich. Alle 11.15 presso la Chiesa di San Giorgio sarà proposto anche IL FLAUTO MAGICO nella versione registica di Stefania Panighini, mentre a MO.CA (ore 11.30) lo studioso e critico Angelo Foletto condurrà OPERA BLOG, una conversazione in cui interrogare e far dialogare alcuni giornalisti musicali e critici che usano preferibilmente il web. Alle ore 12.00 arie di Händel, Vivaldi, Monteverdi e Purcell risuoneranno nella meravigliosa Chiesa di San Cristo per OPERA BAROCCA, mentre i cantanti di OPERA CAR inizieranno a diffondere l’Opera in centro e in periferia sulle automobili della Festa in collaborazione con Saottini Auto. Non mancheranno poi i tradizionali appuntamenti-aperitivo con l’Opera: alle 12.30 alla Vineria Dolcevite per DOLCE OPERA e alle 12.45 in via Gasparo da Salò con il seguitissimo OPERA JUKEBOX, un menu à la carte di arie d’Opera liberamente scelte dal pubblico. Torna a grande richiesta anche AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA, l’iniziativa che consente alle famiglie bresciane di invitare a pranzo a casa propria un cantante con cui condividere il piacere del buon cibo e della musica (prenotazioni dal 29 maggio al 4 giugno allo 030 2979347, lun-ven 10.00- 13.00). Sarà invece riservato agli ospiti della Mensa Menni UN PRANZO CON L’OPERA (ore 12.30), appuntamento ormai divenuto tradizione e che testimonia – insieme ai concerti NOTE D’OPERA che si terranno alle 10.00 alla Domus Salutis (riservato agli ospiti) e alle 15.30 presso l’Istituto Vittoria Razzetti ONLUS – la presenza della Festa dell’Opera anche nei luoghi della cura, del disagio e della solidarietà.

Nel pomeriggio il programma riprenderà alle 14.00 con OPERA POP UP che prevede alcuni interventi a sorpresa realizzati al centro commerciale Elnòs Shopping; nel suggestivo Salotto Cinese della Rotary House di Brescia alle 15.00 si terrà ECHI D’ORIENTE (posti limitati, ingresso ogni 15 minuti). Al Teatro Mina Mezzadri i bambini dai 6 anni potranno partecipare allo spettacolo BUTTERFLY della compagnia Kinkaleri che da sempre lavora con i giovanissimi proponendo un approccio innovativo all’Opera, basato sulla contaminazione dei diversi generi dello spettacolo dal vivo. La rivisitazione del celebre capolavoro pucciniano verrà proposta in doppia replica alle 15.30 e alle 17.30. Con i recital SUGGESTIONI DAI CORTILI le arie d’opera risuoneranno alle 16.00 e alle 17.45 presso il cortile di Palazzo Fisogni, alle 16.30 nei Giardini della Prefettura e alle 18.45 al Museo Diocesano. Contemporaneamente in alcune stazioni della metropolitana di Brescia e sui vagoni dei treni i cantanti saranno impegnati nelle improvvisazioni di OPERA METRO. Tappa imperdibile quella sotto la terrazza del Teatro Grande per gli interventi cantati di SU LA TESTA! che si terranno alle 16.15, alle 17.15 e alle 18.45. Insolita e straniante sarà la performance PATRIA E POTERE prevista nella Sala consiliare di Palazzo Broletto a partire dalle ore 16.30 (posti limitati, ingresso ogni 20 minuti) con il Coro Lirico Ponchielli Vertova. Alle 16.45 in Corso Zanardelli i giovani componenti del Quartetto Sax del Conservatorio Luca Marenzio saranno impegnati nelle esibizioni di IN CORSO D’OPERA (in programma anche alle ore 18.00), mentre due saranno gli appuntamenti con le Bande sotto il portico di Palazzo Loggia: BANDA GIOVANILE ALL’OPERA alle 17.00 con la formazione giovanile della Isidoro Capitanio e alle 18.00 BANDA ALL’OPERA con la Banda Cittadina Isidoro Capitanio. A MO.CA i PAZZI PER L’OPERA condurranno alle 17.30 un interessante incontro che affronterà il tema della Festa da diverse angolazioni, ponendo l’accento su punti di vista non convenzionali del mondo dell’Opera. Uno dei progetti più rappresentativi della Festa dell’Opera è il connubio tra tradizione e contemporaneità attraverso la produzione di inedite arie d’Opera composte appositamente ed eseguite accanto al repertorio tradizionale. PIETÀ, RISPETTO E AMORE (ore 17.45), nella sede della Galleria d’Arte contemporanea ApalazzoGallery, sarà l’evento di presentazione delle nuove composizioni d’Opera di Delilah Gutman, Riccardo Panfili e Riccardo Perugini a cui la Fondazione del Teatro Grande ha commissionato per la Festa dell’Opera nuove arie contemporanee utilizzando i versi originali di tre scene estratte dal libretto di Piave per il Macbeth di Giuseppe Verdi. Le nuove partiture per voce, pianoforte e clarinetto verranno eseguite in prima assoluta e alternate ad alcuni passaggi tratti dal capolavoro di Verdi. Il progetto è stato realizzato con la collaborazione artistica del compositore Mauro Montalbetti. Presso lo spazio CARME, che ospita abitualmente mostre d’arte e attività culturali, le musiciste Claudia Ferretti ed Elia Piana realizzeranno la performance ALAMYE – IF LOVE IS A SWEET AND REVERSIBLE THING che trasforma in suggestioni sonore l’opera The Fairy Queen di Henry Purcell. Alle 19.15 i cantanti della Festa dell’Opera si esibiranno in DHE, VIENI ALLA FINESTRA, una coinvolgente e inusuale esibizione dal Palazzo Negroboni (UBI BANCA) di Piazza Paolo VI. Anche le finestre di Palazzo Martinengo faranno da naturale scenografia alla SERENATA D’OPERA prevista per le ore 19.30, mentre il pomeriggio della Festa tramonterà alle 20.00 in Castello con il concerto ALL’IMBRUNIRE che si terrà nello straordinario contesto paesaggistico del Patio Roof Garden del Tennis Forza e Costanza.

Passione, Re/Regine, Potere saranno i tre temi che caratterizzeranno le tre aree serali della Festa dell’Opera.
La zona attorno a Largo Formentone sarà dedicata alla Passione e si animerà alle 20.00 con il recital O SOAVE FANCIULLA dedicato all’amore e alla passione nella produzione di Puccini, Donizetti, Giordano e Rota; a seguire, alle 21.15 CARMEN, IL FIORE DELLA PASSIONE rievocherà le melodie più belle dell’opera di Bizet in un affascinante recital di canto. Le SERENATE D’OPERA cantate alle finestre e accompagnate da chitarra e mandolino echeggeranno in Contrada del Carmine alle ore 21.30 e alle 22.30 sotto la Torre di Porta Bruciata. Contemporaneamente a quest’ultima, in Largo Formentone, Painé Cuadrelli – produttore musicale, sound designer e dj tra i più importanti della scena musicale – declinerà in chiave elettronica il tema della Passione in OPERA REMIX. L’asse tra il Broletto e il Teatro Grande sarà l’area dedicata a Re e Regine dell’Opera. Qui gli appuntamenti si apriranno alle ore 20.00 con OPERA KINGDOM, il live di DayKoda, produttore e polistrumentista tra i più interessanti della nuova scena italiana del downbeat e del NuJazz. Voce e fisarmonica saranno protagoniste della SERENATA D’OPERA in via Paganora alla Riserva del Grande alle 20.45, mentre alle 21.00 l’appuntamento sarà in Sala Grande per il tradizionale GRAN GALA che accoglierà quest’anno le voci del soprano Cristina Giannelli, del mezzosoprano Cecilia Bernini, del tenore Francesco Castoro e del baritono Devid Cecconi. RE E REGINE di Rossini, Donizetti e Mozart saranno protagonisti del recital delle 21.15 nel Cortile del Broletto, mentre il programma del concerto delle 22.30 si concentrerà su RE E REGINE DI VERDI. Piazza del Foro accoglierà gli appuntamenti declinati sul tema del Potere, iniziando alle 20.15 con i CORI VERDIANI interpretati dal Coro Lirico Ponchielli Vertova e proseguendo alle 21.30 con OPERA JAZZ, progetto di contaminazione – ideato da Emanuele Maniscalco e Phelan Burgoyne – che si propone di reinterpretare alcune tra le più suggestive pagine di Benjamin Britten. Alle 22.45 il concerto POTERE, AMORI E MISERIE toccherà alcune tra le pagine più intense scritte da Verdi, Puccini, Bellini e Donizetti. Infine, alle 23.45 lo sguardo del pubblico si volgerà verso il Tempio Capitolino che farà da cornice al GRAN FINALE AL TEMPIO, uno dei momenti più attesi ed emozionanti della Festa. La Filarmonica dell’Opera italiana Bruno Bartoletti, diretta dal Maestro Valerio Galli, accompagnerà le celebri voci del soprano Valentina Boi, del mezzosoprano Annalisa Stroppa, del tenore Angelo Villari e del baritono Devid Cecconi. Si attende una magistrale esibizione che chiuderà in grande stile l’ottava edizione della Festa dell’Opera.

Oltre agli eventi comunicati, Festa dell’Opera stupirà il pubblico anche con performance estemporanee realizzate sia nei luoghi di vita quotidiana, sia in posti inconsueti: nelle edizioni precedenti, piene di sorpresa e meraviglia sono state le reazioni di chi, in un barber saloon, si è trovato all’improvviso di fronte uno squillante Figaro, così come gli effetti di coinvolgimento e partecipazione spontanea nati da un Brindisi di Traviata al mercato.

Festa dell’Opera conquista davvero ogni persona si trovi a incrociarla e per assecondare il calore e il consenso che decine di migliaia di persone ogni anno restituiscono durante questa giornata, la Fondazione del Teatro Grande moltiplica le collaborazioni con il tessuto cittadino per far sì che la magia dell’Opera possa trovare casa in ogni differente contesto. Così, numerosi ristoranti e locali dell’enogastronomia bresciana sabato 8 giugno parteciperanno alla Festa con menù, piatti, dolci, cocktail, aperitivi legati al tema dell’Opera e gli esercizi commerciali aderenti al Consorzio Brescia Centro si trasformeranno in luoghi di connessione con l’Opera (OPERA POINT), regalando ai loro clienti simpatici omaggi personalizzati con il brand Festa dell’Opera. Inoltre, grazie alla collaborazione con l’Associazione Volontari per Brescia, anche quest’anno la Fondazione del Teatro Grande si avvarrà del supporto di oltre 50 volontari che affiancheranno lo staff del Teatro Grande nell’organizzazione e nella comunicazione dell’evento.

Per la sua peculiarità, Festa dell’Opera si è affermata negli anni come un importante strumento non solo per la promozione dell’Opera, ma anche per la valorizzazione turistica nazionale e internazionale del territorio bresciano. In continuo aumento, edizione dopo edizione, il pubblico di Festa dell’Opera è un pubblico non abituale, diversificato per gusti, sesso, età, etnia, cultura, religione e composto non solo da cittadini bresciani, ma anche da numerosi spettatori provenienti, oltre che dalla provincia, da diverse città della Lombardia, da fuori Regione e anche dall’estero. Per questo motivo e per le sue grandi potenzialità dal punto di vista turistico e di attrattività, Festa dell’Opera è sostenuta da numerose Istituzioni che operano in ambito turistico e che collaborano con la Fondazione del Teatro Grande alla promozione dell’evento. In questo senso hanno collaborato all’edizione 2019 Bresciatourism, il Consorzio del Garda e l’Ufficio Turismo del Comune di Brescia che hanno messo in campo le loro professionalità per far conoscere Festa dell’Opera in Italia e nel mondo. Tra le varie iniziative di comunicazione, segnaliamo il consueto educational tour coordinato da Bresciatourism che sabato 8 giugno condurrà un gruppo di giornalisti della stampa nazionale alla scoperta della città durante il particolare contesto esperienziale della Festa dell’Opera. Anche quest’anno Bresciatourism promuoverà inoltre, in collaborazione con la Community Instagram di Brescia, un Instameet e l’Instagram contest dedicato alla Festa dell’Opera: per partecipare al concorso basterà semplicemente pubblicare i propri scatti su Instagram utilizzando gli hashtag ufficiali #festadellopera2019, #visitbrescia e #igersbrescia. Le tre immagini migliori – pubblicate da sabato 8 giugno a lunedì 10 giugno – verranno poi condivise sui canali ufficiali del contest (Teatro Grande, Visit Brescia – Bresciatourism e IgersBrescia) e premiate dal Teatro Grande. Sempre legata alle iniziative di promozione della Festa è la collaborazione con Brescia Mobilità (metropolitana aperta fino alle ore 1.00) e quella con Trenord che anche quest’anno ha attivato il ticket speciale Trenord Day Pass: andata e ritorno per Brescia a 13 € da tutta la Lombardia.

L’edizione 2019 di Festa dell’Opera è realizzata inoltre con il sostegno del Comune di Brescia e di Explora, la Destination Management Organization (DMO) di Regione Lombardia. “La Festa dell’Opera è un’iniziativa importante che è stata selezionata attraverso la manifestazione di interesse di Explora tra gli eventi che possono essere considerati maggiormente rilevanti per rafforzare la promozione e l’attrattività dei territori lombardi – dice Lara Magoni, Assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda – Il fitto programma di concerti, recital, incontri e improvvisazioni trasformano la Leonessa in un palcoscenico diffuso svelando anche i luoghi simbolo della città, alcuni dei quali solo per l’occasione diventano accessibili al pubblico. La nostra tradizione operistica intreccia i linguaggi universali della musica e del canto e si conferma un attrattore formidabile per svelare un territorio meraviglioso che sa fondere cultura e passione”.

La Festa dell’Opera è un progetto unico, ideato e organizzato dalla Fondazione del Teatro Grande di Brescia. Tutti gli eventi della Festa sono a partecipazione gratuita. Ricordiamo che per la sua importante valenza educativa la Festa dell’Opera ha ricevuto il prestigioso Premio Filippo Siebaneck nell’ambito dei Premi Franco Abbiati della critica musicale italiana. Tutte le informazioni aggiornate sull’evento (anche in caso di maltempo) saranno rese disponibili in tempo reale sul sito www.festadellopera.it.

Si ringraziano Comune di Brescia, Explora, Bresciatourism, Consorzio del Garda, Consorzio Brescia Centro, Trenord, Brescia Mobilità, Fondazione Brescia Musei, Centro Teatrale Bresciano, Conservatorio Luca Marenzio, Associazione Volontari per Brescia, Caritas diocesana di Brescia, Diocesi di Brescia, Fondazione Museo Diocesano, Fondazione Teresa Camplani – Casa di cura Domus Salutis, Istituto Vittoria Razzetti ONLUS, Mensa Menni, Missionari Saveriani di Brescia, Ordine dei Carmelitani Scalzi di Brescia, Prefettura di Brescia, Provincia di Brescia, I.C. Nord 2 – Scuola Secondaria Di Primo Grado Virgilio, I.C. Ovest 3 Kennedy – Scuola Primaria E. Montale, Liceo Fabrizio De André, Liceo Internazionale Per L’impresa Guido Carli, Apalazzogallery, Associazione C.AR.M.E, A.S.D. Tennis Forza e Costanza 1911, Elnòs Shopping, Mo.Ca, Rotary House di Brescia, Saottini Auto, UBI Banca, la Famiglia Fisogni, Alberto Belgesto, Paolo Bolpagni, Alessandro Broglia, Marco Degiovanni, Elena Foglio, Roberto Gazich, Francesco Genuario, Mauro Montalbetti, Roberto Tagliani, Alessandro Trebeschi, Piergiorgio Vittorini.

Photo credit: Reporter Fotoagenzia

Download PDF
Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino