Chiudi

Inizia il 2 agosto la Stagione lirica di Padova 2018

Condivisioni

Tre opere liriche, un concorso internazionale e il concerto di Capodanno, grandi nomi della lirica internazionale e giovani talenti: questo il cartellone della Stagione Lirica di Padova 2018 in scena al Castello Carrarese e al Teatro Verdi di Padova dal 2 agosto al 31 dicembre. La Stagione è organizzata dal Comune di Padova, in collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto e la Fondazione Orchestra di Padova e del Veneto e si avvale del contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo e della Fondazione Antonveneta.
La stagione Lirica di Padova sarà inaugurata da una nuova produzione de Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, opera tra le più rappresentate al mondo, per proseguire con grandi classici proposti in suggestivi allestimenti come Nabucco di Giuseppe Verdi e La Cenerentola di Gioachino Rossini.
Arricchiscono il cartellone due imperdibili serate evento: il concerto dei finalisti del Concorso Lirico Internazionale “Iris Adami Corradetti“ in calendario sabato 13 ottobre 2018, ore 20.45 ed il concerto di Capodanno.

La stagione lirica 2018 apre giovedì 2 agosto 2018, ore 21.15, al Castello Carrarese di Padova con un omaggio a Gioachino Rossini nei 150 anni dalla sua scomparsa. In scena l’opera Il barbiere di Siviglia. Il nuovo allestimento, coproduzione con il Comune di Bassano del Grappa – Opera Festival, è affidato al giovane regista Yamal Das Irmich che, con lo scenografo Mattia Paoletti, si concentrerà su quest’opera dal ritmo incandescente che parla di amore, ma anche di denaro. L’Orchestra di Padova e del Veneto sarà diretta da Nicola Simoni. Il Coro Lirico Veneto è preparato dal maestro del coro Stefano Lovato.
Protagonista un cast di altissimo livello: il baritono lucchese Massimo Cavalletti, vestirà i panni di Figaro, uno dei sui cavalli di battaglia, Rosina sarà interpretata dal mezzosoprano friulano Alessia Nadin, il tenore Pietro Adaini, giovane talento siciliano, sarà Il Conte d’Almaviva, il basso bergamasco Gabriele Sagona, già nel pieno di una brillante carriera, interpreterà Don Basilio e al basso-baritono milanese Giovanni Romeo sarà affidato il ruolo di Don Bartolo. Ancora nella parte di Berta Giovanna Donadini e di Fiorello Carlo Checchi.

La Stagione Lirica 2018 proseguirà, venerdì 26 ottobre 2018, ore 20.45 e domenica 28 ottobre 2018, ore 16.45, al Teatro Verdi di Padova, con una delle opere più amate e conosciute dal pubblico: Nabucco, dramma lirico in quattro parti, su libretto di Temistocle Solera e musica di Giuseppe Verdi. Un cast di livello internazionale vede nei panni del protagonista Nabucco il giovane baritono Enkhbat Amartuvshin, già apprezzato dal pubblico padovano lo scorso anno nel ruolo del Conte di Luna nel Trovatore, il basso polacco, Rafal Siwek, apprezzato interprete verdiano che si esibisce in tutti i teatri più importanti in Italia e nel mondo, sarà il sacerdote Zaccaria, il soprano statunitense Juliana di Giacomo interpreterà il ruolo impervio di Abigaille. Ancora un felice ritorno al Teatro Verdi di Padova, che ha visto l’inizio della sua carriera, per il mezzosoprano Annalisa Stroppa, vincitrice del Concorso Internazionale Iris Adami Corradetit nel 2009, e lanciata successivamente da Riccardo Muti, che darà voce e corpo al personaggio di Fenena. Completano il cast l’Ismaele di Vicenzo Costanzo e Abdallo interpretato da Antonello Ceron.
L’Orchestra di Padova e del Veneto sarà diretta da Jordi Bernàcer. Regia, scene, costumi e luci dello spettacolo, nuovo allestimento in coproduzione con il Teatro Nazionale di Maribor ed il Teatro Sociale di Rovigo, saranno firmate dal giovane regista vicentino Filippo Tonon. Il coro Lirico Veneto, sarà preparato da Giuliano Fracasso.

A dicembre il terzo e ultimo titolo in programma per due recite, sabato 29, ore 20.45 e lunedì 31, ore 20.45, è La Cenerentola di Gioachino Rossini, in coproduzione con il Comune di Bassano del Grappa – Opera Festival. Francesco Ivan Ciampa dirige l’Orchestra di Padova e del Veneto e il Coro Lirico Veneto, preparato da Stefano Lovato. Regia, scene, costumi e luci sono firmate da Paolo Giani.
Don Ramiro sarà il giovane tenore argentino Juan Francisco Gatell, il baritono ventottenne Alessio Arduini interpreterà il ruolo di Dandini, ritornerà il mezzosoprano bresciano Annalisa Stroppa nei panni di Angelina, Don Magnifico sarà Paolo Bordogna, basso-baritono di fama internazionale dalla voce brillante ed estesa. Completano il cast il soprano Irina Ioana Baiant, Clorinda e Vito Priante, Alidoro.
Il titolo renderà omaggio a Lucia Valentini Terrani, grande voce rossiniana, ricordata come una delle migliori interpreti di quest’opera a vent’anni dalla scomparsa. Nel 1978 interpretò il ruolo di Angelina in Cenerentola in una leggendaria edizione al Teatro Verdi di Padova, diretta da Albero Zedda.

Martedì 1 gennaio 2019, ore 17.00, il tradizionale Concerto di Capodanno, che vedrà protagoniste le voci del soprano Salome Jicia e del tenore Paolo Fanale accompagnati dall’Orchestra di Padova e del Veneto diretta dal Francesco Ivan Ciampa, saluterà il nuovo anno.

Al Teatro Verdi (via Livello, 32 – Padova), continua la prevendita dei biglietti per il
Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini che si terrà al castello Carrarese di Padova.

Ulteriori informazioni:
Biglietteria Teatro Verdi: tel. 049/87770213
Comune di Padova – Settore Cultura Turismo Musei e Biblioteche
Servizio Manifestazioni e Spettacoli
049 8205611-5623
manifestazioni@comune.padova.it
www.estatecarrarese.it

Download PDF
Privacy Policy Connessi all'Opera - Tutti i diritti riservati / Sullo sfondo: National Centre for the Performing Arts, Pechino