Al Verdi di Trieste, La voix humaine con Daniela Mazzucato

Condivisioni

A distanza di dieci anni dall’ultima messa in scena triestina, La voix humaine, l’opera di Francis Poulenc tratta dall’omonimo monologo di Jean Cocteau, viene ripresa dal 24 gennaio nel Ridotto del Teatro Verdi di Trieste – Sala “Victor De Sabata, nell’ambito della rassegna “L’Opera in un atto”. Protagonista sulla scena, oggi come nel 2007, Daniela Mazzucato.
La regia, i costumi e le scene sono affidate al triestino Giulio Ciabatti, che a febbraio sarà impegnato nella regia della produzione de “Il barbiere di Siviglia”.

A dirigere l’Orchestra del Verdi ci sarà un altro nome triestino, il Maestro Paolo Longo, attuale Direttore musicale di palcoscenico del Teatro e che ha dedicato la propria carriera di musicista in particolare alla musica contemporanea.
A coprire il ruolo di “Elle”, la donna “appesa a un filo” protagonista del monologo di 45 minuti per voce soprano e orchestra, ritorna quindi Daniela Mazzucato, considerata una delle più popolari interpreti italiane. La storia de La voix humaine, definita da Ciabatti un esempio di “teatro puro, ridotto all’essenziale, nato per essere recitato prima che cantato” (ne divenne leggendaria l’interpretazione di Anna Magnani nella versione cinematografica diretta da Rossellini) si regge sulla bravura della performer che in scena da sola e con pochi elementi scenici – il telefono è l’unico medium di uscita dal proprio mondo interiore – accompagna lo spettatore nel proprio dramma di donna abbandonata e disperatamente innamorata dell’uomo all’altro capo del filo.

Composta da Poulenc nel 1958, La voix humaine debuttò nel 1959, affidata all’interpretazione del soprano Denise Duval, cantante musa di Poulenc. Lo stesso Poulenc definì La voix humaine come “una sorta di confessione musicale”.
Il titolo s’inserisce nella rassegna “L’opera in un atto” pensata per offrire al pubblico del Verdi un repertorio diverso e anche un modo, per quanti non abbiano ancora confidenza con il mondo della lirica, di avvicinarsi all’Opera, grazie a rappresentazioni di minor durata e a un prezzo decisamente accessibile – il costo del biglietto unico è di 10 Euro, 5 Euro per gli under 18 e le scuole.

Repliche
Mar 24.01.2017 ore 20:30
Gio 26.01.2017 ore 11:00
Ven 27.01.2017 ore 20:30
Dom 29.01.2017 ore 18:00

Il prossimo appuntamento della rassegna “L’Opera in un atto” è a marzo, con Il segreto di Susanna di Wolf-Ferrari.

Ulteriori informazioni: www.teatroverdi-trieste.com

Download PDF