Stefano Vizioli è il nuovo direttore artistico per le attività musicali del Teatro di Pisa

Condivisioni

Dal 1°gennaio la Fondazione Teatro di Pisa avrà un nuovo direttore artistico per le proprie attività musicali, con una scelta volta a marcare un cambiamento e la volontà di coniugare la propria storia e tradizione con uno sguardo a 360 gradi su ciò che si muove nella società e nel mondo. A seguito di un avviso pubblico, uscito sul sito del teatro a fine luglio, e dei successivi colloqui, la scelta è caduta su Stefano Vizioli, diplomato in pianoforte con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, noto regista d’opera con una carriera ultratrentennale che lo ha visto protagonista nei più importanti teatri italiani e stranieri e con i maggiori direttori internazionali, fra i quali Claudio Abbado, Riccardo Muti, Leonard Slatkin, Evgenij Svetlanov, Vladimir Jurovski, Bruno Bartoletti, Daniele Gatti, Jesus Lopez Cobos, Alan Curtis. 

Fra i suoi molti successi ricordiamo Don Pasquale alla Scala di Milano, Rigoletto alla  Lyric Opera di Chicago, Il Barbiere di Siviglia al Théâtre des Champs Elysées di Parigi; Norma al Ravenna Festival, solo per citarne alcuni. Tra le numerose realizzazioni in DVD ricordiamo il Don Pasquale (Scala, Muti), Rigoletto (Festival Verdi Parma, Zanetti), Motezuma (Sao Carlos, Curtis), Luisa Miller (MalmoeOpera, Guettler), Don Pasquale (Cagliari, Kostner), Barbiere di Siviglia (Parma, Battistoni), Il Trovatore (Liegi, Arrivabeni), Madama Butterfly ( Puccini Festival Torre del Lago, Gilgore), I due Figaro (Bad Wilbad, Cohen).

Fra i suoi ultimi progetti, nel 2013 è stato uno degli ideatori di Opera Bhutan, rappresentando Acis and Galatea di Handel nel cuore dell’Himalaya, spettacolo che poi  ha debuttato nel 2014 negli USA davanti ad una platea di seimila spettatori. Ha successivamente creato il secondo progetto trasversale Japan Orfeo in occasione dei 150 anni dei rapporti di commercio e amicizia tra Italia e Giappone: l’opera andata in scena nel 2016,  è stata ripresa dalla NHK Television ed è stata onorata dalla presenza della imperatrice Michiko. 

Stefano Vizioli è stato invitato come Visiting Professor  presso la University of Music di Cincinnati, la Indiana University of Music di Bloomington e l’University of Texas; è stato consigliere artistico presso la  Accademia Filarmonica Romana e dal 1995 è Accademico presso tale prestigiosa Istituzione musicale; nonché autore di programmi radiofonici e televisivi su tematiche attinenti al mondo dell’opera.

Stefano Vizioli torna così al Teatro Verdi di Pisa – che in passato lo ha visto regista di produzioni importanti come L’Incoronazione di Poppea, Il Turco in Italia, Acis e Galatea, Semiramide, Falstaff – in una veste nuova, forte della sua profonda cultura musicale e teatrale e della vasta esperienza anche con progetti interculturali che hanno dimostrato la possibilità di raggiungere comunità e settori sociali privi di una esperienza diretta con l’opera lirica. 

«Credo nel potere di questi tre termini: Intrattenimento, Educazione, Crescita, – annota Stefano Vizioli – e faccio mie le parole di Cicerone “movere, delectare, docere”: mentre tutti ci aspettiamo andando a teatro di “divertirci”, l’aspetto educazionale e la consapevolezza delle potenzialità insite nel Teatro sono egualmente vitali per la sopravvivenza di questa forma d’arte: educare nuove generazioni e rafforzare l’identità culturale e sociale attraverso il Teatro dovrebbe essere la priorità assoluta di ogni istituzione artistica.»

A Marcello Lippi, che ha ricoperto questa carica dal 2011, il riconoscimento e la gratitudine della Fondazione Teatro di Pisa per il generoso impegno profuso in questi anni, un impegno  grazie al quale sono sensibilmente cresciuti sia il novero degli abbonati e degli spettatori che il numero di produzioni presentate ogni anno, molte delle quali sono state anche una ribalta importante per giovani artisti al loro esordio.

Download PDF